x

Clamoroso al Festival: la birra il miglior abbinamento con il Brodetto

2' di lettura Fano 13/09/2010 -

–E’ la birra l’abbinamento ideale per le mezzemaniche dell’azienda Guerrieri di Piagge al sugo di brodetto. Lo ha decretato una giuria popolare e di esperti nelle due serate organizzate nell’Area Eventi Pedini Cucine del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce, organizzato da Confesercenti di Pesaro e Urbino.



Sono state le mezzemaniche a fare coppia perfetta con la «Brooklyn Local 1», una delle birre più prestigiose del mondo, come ha commentato Giorgio Bergamini della Interbrau, una delle prime aziende importatrici: "Una birra morbida per il suo tenore alcolico, armonica, equilibrata con finale leggermente amaro, compassato che ha valorizzato il piatto con sugo di brodetto compensandone l’untuosità e armonizzando l’abbinamento".

Per il presidente della Confesercenti provinciale Alfredo Mietti "una novità che conferma il percorso di ricerca del Festival, che si pone come momento di scoperta e cultura attraverso un gioco, molto partecipato, come questo". Nella prima serata aveva vinto, ma con un punteggio inferiore a quello della birra, il vino Trentino doc Pinot grigio 2009, Castelfirmian Mezzacorona, descritto dal sommelier Otello Renzi, che ha curato gli abbinamenti e la degustazione, "con profumi dolci, di susina, pera, mela delicius, biancospino, felce, caramella di banana e pompelmo, persistenza aromatica".

Molto apprezzato anche il Verdicchio di Matelica Belisario. Premiazione in diretta per la regia dell’enoteca Il Torchio, con Francesco Ordonselli ad evidenziare "lo straordinario successo di pubblico, avessimo avuto un’altra sala l’avremmo riempita. L’attenzione della gente per le degustazioni, specie così originali, è sempre altissima e si spiega così il doppio tutto esaurito". A realizzare l’evento hanno contribuito l’Ais, l’Enoteca Grapperia Il Torchio dei fratelli Ordonselli, in collaborazione con pasticceria Valentina di Fano, Joe mare di Fano, che ha fornito il brodetto, e hotel Astoria, che ha cucinato le mezzemaniche. Sculture di cocomero sono state realizzate ieri pomeriggio, domenica 12 settembre, all’Area Eventi Pedini Cucine. A dare prodigiosamente forma e vita ai cocomeri le mani fatate di sei bartenders provenienti da tutta Italia (Michele Pagliuca dalla Campania, Antonio Lo Casto dalla Toscana, Mauro Cerrina dall’Emilia, Mauro Botticelli in rappresentanza di AIBES Marche-Abruzzo-Molise, Emilio Sabbatini dal Lazio e Massimo Dabbicco dalla Puglia) che hanno partecipato alla seconda edizione del concorso nazionale di intaglio di frutta e verdura “Tra Arte e Magia - A.I.B.E.S. Carving Competition 2010”. Il soggetto da rappresentare ha avuto quest’anno come tema ispiratore “Le quattro stagioni”. E’ stato poi il pubblico, aiutato dai professionisti del settore presenti per l’occasione, a decretare l’opera migliore che è risultata essere quella di Mauro Cerrina dall’Emilia.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2010 alle 14:38 sul giornale del 14 settembre 2010 - 1518 letture

In questo articolo si parla di attualità, officina nuova

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b42





logoEV
logoEV