x

La Tua Fano: 'Completare la Fano-Grosseto è un dovere'

la tua fano-aguzzi sindaco 3' di lettura Fano 09/09/2010 -

Completare la Fano-Grosseto, non è una necessità ma un dovere! L’invito al presidio simbolico alla galleria della Guinza lanciato pochi giorni fa dal Presidente della Provincia Ricci, non può che trovare la nostra piena disponibilità di presenza e partecipazione.



La Superstrada Fano-Grosseto è una di quelle realtà che meritano una pronta risposta in tempi brevi e certi. Non serve a nessuno cercare colpe e responsabilità sui ritardi per il mancato completamento di un’opera così importante e fondamentale. Sono trenta anni che sistematicamente gli intendimenti politici non trovano il giusto riscontro con la realtà dei fatti; tutti a versare fiumi di parole ma se ancora oggi siamo a lamentarci e a fare azioni eclatanti, significa che è venuto meno quel gioco di squadra essenziale per portare a termine dei risultati concreti. L’azione del Presidente della Provincia volta a coinvolgere le regioni del centro Italia oltre alle Provincie di Arezzo e Perugia non può che trovarci favorevoli; l’aver costruito queste alleanze che ha determinato la definizione del tracciato mancante fino al traforo della Guinza sta a dimostrare che il gioco di squadra è l’unico modo per portare a termine i risultati.

Questa può e deve essere anche un’occasione per rinsaldare i rapporti tra gli enti territoriali dell’Alta e Bassa Valle del Metauro e Fano inevitabilmente deve giocare un ruolo fondamentale ed essere un punto di riferimento per l’intera vallata. La rinascita del nostro territorio passa anche attraverso questa opera che avvicina inevitabilmente due realtà costiere ricche di storia e di attività produttive: pensiamo ad esempio al possibile rilancio della cantieristica navale grazie al completamento di questa opera che giustamente viene detta la “Strada dei due Mari”. Le opere accessorie previste con la terza corsia dell’A14, vanno incontro a questa realtà e Fano grazie al tenace lavoro dell’amministrazione Aguzzi, si troverà senz’altro pronta quando l’intera opera sarà completata. Il ritardo del gioco di squadra fatto fino ad oggi è sicuramente l’aspetto principale ma è altrettanto evidente che i nostri interessi non sono gli stessi delle altre regioni coinvolte, Toscana in testa. Sicuramente se la nostra Regione avesse messo come prioritaria l’ultimazione di quest’opera, a quest’ora i lavori avrebbero potuto considerarsi ultimati; invece si è puntato sulla Quadrilatero privilegiando così le aree centrali della nostra Regione.

Tale decisione ha senz’altro penalizzato la nostra realtà, ma ora serve uno scatto d’orgoglio per mettere al centro dell’interesse politico il completamento della Fano-Grosseto. I tempi non possono essere ulteriormente prolungati e la giusta rivolta che gli amministratori dell’intera Provincia si apprestano e devono fare, non può che essere la base di partenza per il raggiungimento dello scopo. I nostri amministratori regionali, i parlamentari eletti nel nostro territorio, nessuno escluso, i rappresentanti di categoria, gli amministratori locali devono avere la forza e la capacità di imporre che tale opera sia inserita tra le priorità del governo e della Regione. Il gioco di squadra sarà vincente solo se tutti remano dalla stessa parte; questo può e deve fare la differenza!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2010 alle 12:07 sul giornale del 10 settembre 2010 - 592 letture

In questo articolo si parla di politica, la tua fano, Lista civica "La tua Fano"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWx





logoEV
logoEV