x

Land Art dalla diga del Furlo con Enel

3' di lettura Fano 07/09/2010 -

E’ stato presentato nella sala della Giunta della Provincia di Pesaro e Urbino il programma dell’iniziativa di Land Art al Furlo promosso dalla Casa degli Artisti e organizzato dalla Pro Loco di Fermignano.



Alla presentazione del programma hanno partecipato il Vice Presidente della Giunta Provinciale di Pesaro e Urbino e Assessore alla Cultura, Davide Rossi; Andreina De Tomassi per la Casa degli Artisti; per Enel: Giovanni Ciarrocchi, Responsabile Produzione Idroelettrica Marche, e Giuseppe Ferrara; lo scultore Antonio Sorace e altri artisti tra cui: Ute Pyka, Umberto Leone, Loretta Stella, Paolo Ippolito, Florindo Rilli, Giovanna Nigi, Enzo Torcoletti, Augusto Salati. Gli artisti che hanno confermato la loro presenza nella due giorni di “S.P.L.A.S.H. - Sustainable Performing Land Art Seeding and Hospitality - Semina di arte sostenibile sul territorio e ospitalità” sono circa 40, di cui oltre la metà sono donne; in quanto all’origine 16 provengono dalle Marche e gli altri: 1 da San Marino, 2 italo-americani, 1 italo-svedese, 1 greca.

I marchigiani che hanno già confermato la presenza sono: Nedda Bonini, Florindo Rilli, Sabina Trifilò, Giancarlo Lepore, Sheila Rocchegiani, Enzo Torcoletti, Paolo Ippolito, Leonardo Cemak, Angela Balducci, Loretta Stella, Laura Scopa, Tina Torcellini, Enio Esposito, Augusto Salati, Nicoletta Braccioni e, naturalmente, Antonio Sorace, della Casa degli Artisti. La giornata di sabato è dedicata all’accoglienza degli artisti e degli ospiti che inizieranno la giornata con l’inaugurazione della scultura “Tuffo”, un’opera di Antonio Sorace che rappresenta una ninfa; poi artisti ed esperti si confronteranno nel corso di un convegno dal titolo “Semina di arte sostenibile nel paesaggio”. Nella giornata di domenica (dalle 10.30 alle 18) sarà possibile fare una visita guidata alla diga Enel del Furlo, visitare la mostra “la Natura e le Cose” allestita presso la Chiesa Santa Maria delle Grazie alla Gola del Furlo e poi fare una passeggiata fra le installazioni artistiche tra la diga e la Casa degli Artisti con incontri e conversazioni con gli artisti protagonisti di Land Art al Furlo. Nel pomeriggio di domenica passeggiata ecologica sempre intorno alla diga Enel del Furlo.

Questa due giorni di Land Art al Furlo rilancia in modo prepotente, partendo dalla diga Enel che è una raffinata struttura industriale integrata in modo impareggiabile nel paesaggio naturale, il progetto di valorizzazione artistica del territorio per arricchirlo di nuove realizzazioni accanto alle opere architettoniche di pregio esistenti, come la diga Enel costruita nel 1920, ed altre emergenze artistiche lungo le valli del Metauro e del Candigliano. Land Art è un progetto in divenire che si potrà avvalere di contributi di artisti di varie discipline e dell’esperienza di sogni realizzati come quella di “Fiumara d’Arte” di Antonio Presti in Sicilia.

Agli artisti ed ai relatori verrà offerto da Enel il volume I PIACERI DELL’ENERGIA, realizzato in collaborazione con il Touring Club Italiano, nell'ambito di Energiaper, il programma per la cultura, la ricerca scientifica, l'ambiente e lo sport. Uno degli itininerari proposti da Enel in questo volume è dedicato proprio alla diga Enel del Furlo e a un sentiero “Energia e Natura” lungo la Valle del Metauro. Land Art al Furlo rappresenta l’apice della VII^ Festa del Fiume Metauro che nell’edizione di quest’anno ha visto concretizzarsi una pluralità di eventi sportivi, culturali e ambientali lungo i fiumi Candigliano e Metauro, risalendo da Fano fino a Fermignano e Acqualagna; uno dei prossimi appuntamenti è previsto alla Cerbara di Piagge.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2010 alle 15:01 sul giornale del 08 settembre 2010 - 2613 letture

In questo articolo si parla di attualità, enel, Enel Marche-Umbria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bR2





logoEV
logoEV