Evasione fiscale: Guardia di finanza pizzica un costruttore

1' di lettura Fano 21/08/2010 -

Un giovane costruttore dell'entroterra pesarese, secondo la Guardia di Finanza, non avrebbe contabilizzato due milioni e mezzo di euro di affari in due anni.



I controlli sono partiti dopo che le pattuglie deputate al controllo del territorio che avevano visto l'imprenditore girare su macchine di grossa cilindrata e avere un tenore di vita al di sopra di quello che le sue entrate, dichiarate, gli avrebbero permesso.

Dall'indagine condotta dai finanzieri di Fano risulta che l'interessato non avrebbe contabilizzato ricavi realizzati per oltre 2.500.000 nel biennio 2008/2010. L'imprenditore oltre a non aver emesso una fattura di 200.000 euro, secondo la Guardia di Finanza, avrebbe sottofatturato ulteriori cessioni di immobili nell'ordine del 20% del valore dichiarato su ogni immobile venduto. Quest'ultima azione sembra essere molto usata nelle vendite immobiliari da costruttore a privato.






Questo è un articolo pubblicato il 21-08-2010 alle 16:02 sul giornale del 23 agosto 2010 - 785 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, pesaro, guardia di finanza, evasione fiscale, alberto bartozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bpf





logoEV
logoEV
logoEV