SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Ospedale Santa Croce, D'Anna: la battaglia prosegue online

2' di lettura
1687

D\'Anna

Difesa dell'Ospedale Santa Croce grande sostegno anche online, dopo le miglia di firme raccolte in strada.

Può sembrare un argomento che “interessa” sopratutto gli adulti quello relativo alla vicenda che riguarda il futuro dell'Ospedale Santa Croce, invece la sorpresa arriva proprio dai giovani anzi giovanissimi. Federico Arceci, giovane fanese, ha col sul gruppo su Facebook, denominato: "NO all'Ospedale Unico" superato le mille adesioni. Interessanti i commenti come quello di Nadia sui: "politici banderuola vanno cacciati dal posto che occupano perché quando si tratta di prendere voti fanno un discorso e poi raggiunto lo scopo cambiano bandiera!".

Altro gruppo su Facebook è quello denominato "Comitato a difesa e valorizzazione dell'Ospedale Santa Croce" che fa riferimento alla miglia di firme raccolte lungo Corso Matteotti nel corso degli ultimi anni. Anche qui non mancano i commenti. Quello di Alfio ad esempio: "evitare che Fano diventi la brutta copia di Pesaro, con delle nomine che diano merito alla capacità piuttosto che alle spinte del politico di turno!".

La battaglia online non si ferma qui,sul blog del consigliere regionale D'Anna il sondaggio proposto sull'Ospedale Unico ha raggiunto le 250 opinioni e la stragrande maggioranza è assolutamente contro la struttura unica. Sempre su Facebook in poche ore sono quasi 100 le adesioni alla manifestazione indetta da Giancarlo D'Anna insieme al Circolo Nuova Italia che si terrà a settembre il giorno 18 nel tardo pomeriggio di fronte all'Ospedale Santa Croce di Fano, non mancano adesioni importanti come quella dell'Onorevole Zaffini.

"Una manifestazione -afferma D'Anna- aperta a tutti i cittadini che fanno riferimento alla struttura della Città della Fortuna". Non solo Fano dunque tanto che da Mondolfo e Marotta arriva forte e decisa l'adesione all'iniziativa di settembre.



D\'Anna

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-08-2010 alle 17:17 sul giornale del 18 agosto 2010 - 1687 letture