SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

La spiaggia dei cani: un servizio utile che può essere migliorato

3' di lettura
774

cane

Nelle ultime settimane, complici anche la bella stagione e il gran numero di turisti che affollano le nostre spiagge, si è acceso il dibattito a proposito della cosiddetta “spiaggia dei cani”: c’è chi l’ha definita “un ghetto” e “un pericolo che mette a rischio l’incolumità dell’animale e la propria”, mentre dall’altra parte c’è chi ne ha preso le difese ritenendola “importante nella nostra città”.

Personalmente ritengo che “Animalido”, la spiaggia dei cani, sia un servizio utile che il Comune di Fano da tanti anni mette a disposizione di chi vuole condividere il piacere di andare al mare con il proprio amico a 4 zampe; a dimostrazione di quanto tale servizio sia apprezzato ho notato con piacere che non sono solo i fanesi a frequentare la spiaggia dei cani, ma anche tante persone da Pesaro oltre che dall’entroterra.

Come tutti i servizi, però, anche quello di “Animalido” può e deve essere migliorato. In particolare, il regolamento attuale mi sembra un po’ troppo vago in alcuni punti, come ad esempio quello della “custodia” dei cani da parte dei padroni: una parola che significa tutto e niente poiché se i cani, peggio se di grossa taglia, scorrazzano liberi senza guinzaglio né museruola è evidente che i padroni, anche se si trovano a pochi passi, non possono intervenire a sedare gli animali in caso di improvvise risse fra cani o eventuali aggressioni ai bagnanti di passaggio.

Sarebbe opportuno, quindi, regolamentare meglio la custodia dei cani e farla verificare con regolarità, come anche verificare l’effettiva presenza del libretto sanitario degli animali: libretto che, come già oggi specifica il regolamento, deve essere fisicamente portato con sé dai padroni come se fosse il libretto di circolazione di un veicolo, cosa che quasi mai avviene. L’ultima criticità riguarda l’accesso alla spiaggia dei cani.

È evidente che, per la sua attuale collocazione, chi deve raggiungere “Animalido” sia da nord che da sud è costretto ad attraversare dei tratti di spiaggia libera; ma mentre nel lato sud c’è un comodo percorso pedonale ben delimitato, chi utilizza il sottopasso posto a nord si ritrova nel bel mezzo della spiaggia libera e questo arreca notevoli e frequenti disagi a tutte le persone che frequentano tale spiaggia e che non gradiscono la presenza dei cani, seppure solo di passaggio.

Per questo motivo ho proposto, in una seduta della Commissione Urbanistica dedicata al Piano Spiagge, di valutare la possibilità di spostare la spiaggia dei cani di qualche decina di metri più a nord, per portarla a ridosso del sottopasso e fare in modo che chi deve raggiungerla con un animale al seguito non debba più attraversare la spiaggia libera; così facendo la spiaggia libera resterebbe comunque accessibile dal sottopasso, in adiacenza alla spiaggia dei cani ma senza interferenze con essa.

Giacomo Mattioli

Consigliere Comunale Lista Civica "La Tua Fano-Aguzzi Sindaco"

Presidente II Commissione Urbanistica-Ambiente



cane

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-08-2010 alle 17:48 sul giornale del 18 agosto 2010 - 774 letture