Cagli: disposta l'autopsia sul corpo di Lorenzo e gli amici lo piangono su Facebook

lorenzo caponi 07/04/2010 - La procura di Urbino, nel tentativo di far luce sulle cause del decesso di Lorenzo Caponi, il 17enne uscito di strada con l'auto dei genitori lunedì notte e morto nell'incidente, ha disposto l'autopsia sul cadavere.

Non è infatti da escludere che Lorenzo sia morto per annegamento. Dopo essere finito nel torrente Bosso, lungo la Sp 29 che collega Cagli a Pianello, potrebbe essere rimasto incastrato nell'abitacolo e quindi annegato.

Enorme lo sconcerto dei suoi amici e compagni di scuola del liceo Torelli i quali, attraverso le pagine di Facebook lo hanno ricordato. "Ciao Leo -scrive ad esempio Valentina-, mi ricordo ancora oggi il giorno in cui sei arrivato in questo mondo; eri piccolo e forte, pronto per vivere la tua vita, una vita che purtroppo si è interrotta troppo presto. Ora sei tornato a far parte di quel mondo celeste fatto di angeli e da lassù continuerai a guardare e vegliare coloro che ti hanno voluto bene e amato in questa vita." "Probabilmente Dio aveva bisogno di un altro angelo per tenere d'occhio tutti i tuoi amici -continua Luca- e anche se noi ti avremmo voluto tutti qui siamo contenti di avere te come angelo. Ciao Leo."






Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2010 alle 12:54 sul giornale del 08 aprile 2010 - 709 letture

In questo articolo si parla di riccardo silvi

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici