Aguzzi: 'Le mie dimissioni? Un pesce d'aprile'

stefano aguzzi Fano 03/04/2010 - Chi ha parlato di mie presunte dimissioni forse non aveva fatto i conti con il fatto che oggi è il primo di aprile.

Non c'è motivazione che giustifichi una tale scelta, soprattutto in un momento in cui alle elezioni regionali c'è stata un'affermazione eccezionale di tutti quei candidati che sono vicini all'Amministrazione Comunale di Fano e che hanno lavorato al mio fianco da quando sono sindaco.


Questa è una grande soddisfazione per me, per tutta la città e per la coalizione che la governa, che avrà più forza a livello regionale. Piuttosto credo che invece di perdersi in approfondimenti circa fibrillazioni avvenute in campagna elettorale e che fano parte della normalità del confronto politico, adesso sia senz'altro il caso di concentrarsi tutti insieme nell'affrontare i problemi di cittadini, famiglie e imprese che in questo momento sono veramente pesanti e che vedranno, anche alla luce dei risultati ottenuti, un impegno immediato ancor più forte da parte di tutti.


Per questo impegno confido nella collaborazione di coloro che fino ad oggi han fatto parte o sono stati vicini all'Amministrazione comunale di Fano. Per evitare discussioni post-elettorali che non mi appartengono credo proprio che me ne andrò qualche giorno a fare bird watching sul delta del Danubio per osservare la nidificazione di cigni e pellicani in modo da tornare arricchito fra pochi giorni e affrontare i problemi dlla città con ancora più forza. Auguro a tutti una buona Pasqua.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2010 alle 00:15 sul giornale del 03 aprile 2010 - 594 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, stefano aguzzi