Santorelli: 'il PdL a Fano c'è e si sente'

Santorelli Fano 30/03/2010 - Entusiasmante e commovente vittoria del Pdl di Fano che raggiunge un risultato storico grazie all’elezione di due consiglieri regionali: Mirco Carloni con 5388 preferenze  e Giancarlo D’Anna con 5163 preferenze.

Gran parte del loro consenso è arrivato proprio da Fano dove il Pdl si è attestato al 38% ovvero un risultato straordinario se messo a confronto con la media provinciale, regionale e nazionale del partito e soprattutto se paragonato al primo partito di opposizione a Fano che è il Pd che ha raggiunto soltanto il 29% dei consensi.


In barba ai maligni e ai superbi che pensavano di mettere in difficoltà i candidati fanesi con una lista molto forte e con gli stessi candidati riversati a fare campagna elettorale su Fano, la migliore risposta è un dato storico. I miei ringraziamenti e di tutto il partito vanno a Mirco Carloni e Giancarlo D’Anna per aver condotto una campagna elettorale di alto livello, seria e che ha portato il modello fanese di centrodestra a prevalere il tutto il territorio provinciale.


Entrambi in questi anni hanno fatto un percorso impeccabile rivolto al cambiamento e al rinnovamento e ancora di più rappresenteranno le colonne portanti del centrodestra fanese. Ora il Pdl di Fano è ancora più consapevole della propria forza sia in città che in provincia, forza che sarà messa a disposizione di tutti gli amministratori che con noi vogliono condividere questo modello di centrodestra e con tutti gli alleati che guardano avanti senza la paura del passato.


I miei complimenti vanno anche al consigliere eletto della Lega Nord Roberto Zaffini, con il quale mi auguro, come sempre fatto, di potermi confrontare in una sana alleanza locale in alcuni momenti messa a rischio da tensioni non certo create dal Pdl.


Alberto Santorelli
Coordinatore PDL Fano



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2010 alle 12:37 sul giornale del 31 marzo 2010 - 630 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Partito delle libertà, Alberto Santorelli