Alemanno a Fano: dobbiamo strappare la Regione a questa sinistra senza valori

2' di lettura Fano 18/03/2010 -

E\' stato a Fano per la quarta volta il sindaco di Roma Gianni Alemanno e questa volta lo ha fatto per appoggiare la candidatura di Giancarlo D\'Anna alla carica di consigliere regionale per il PDL.



Atteso per le 12 ma arrivato con un po\' di ritardo, Alemanno è stato affiancato, oltre che da D\'Anna, dall\'onorevole Claudio Ciccioli e dal vicesindaco di Fano Maria Antonia Cucuzza. Assente invece il candidato alla presidenza Erminio Marinelli.

Nella sua introduzione D\'Anna ha ricordato i temi su cui si è battuto, tra cui l\'occupazione, la rivisitazione delle politiche agricole e soprattutto la sanità: “Il Govrnatore Spacca -ha sostenuto- ha detto che uno dei suoi obiettivi è creare l\'ospedale unico, che secondo i piani non sarà collocato a Fano. Noi dobbiamo batterci per far valere il diritto alla salute dei cittadini”.

Nel suo discorso Alemanno ha parlato della sua visita a Fano come un appuntamento rituale ed ha poi elogiato l\'operato del Governo Berlusconi: “L\'Italia è il Paese europeo che ha affrontato meglio la crisi economica, perchè il Governo è riuscito a far fronte ai problemi. Dopo le elezioni si avranno tre anni per proseguire con le riforme, per combattere la crisi e rilanciare il Paese”.

Poi il sindaco di Roma ha analizzato la situazione della Regione Marche: “La sinistra ha perso ideologie e valori, dopo anni di governo in regione non ha saputo frenare il lento declino dell\'economia, non è riuscita a mettere in campo una vera cultura d\'impresa. In questi anni è mancata una promozione vera delle alternative di sviluppo. Per questi motivi è importante avere un risultato positivo per il centro destra e la sfida di Marinelli si presenta come determinante”.




di Silvia Falcioni
redazione@viverefano.com






Questo è un articolo pubblicato il 18-03-2010 alle 16:58 sul giornale del 19 marzo 2010 - 952 letture

In questo articolo si parla di politica