Special focus events americani su Andrea Lodovichetti

lodovichetti Fano 17/03/2010 - Dopo il Golden Globe, il premio ricevuto da Spike Lee “Looking for Genius” a Cannes; e dopo essere stato proiettato più di 150 volte in tutto il mondo, vincendo circa 60 premi, menzioni e riconoscimenti, gli Stati Uniti si apprestano nuovamente a dedicare particolare attenzione al lavoro del 33enne regista fanese.

Come già successe nel febbraio del 2009 in California infatti, in cui fu invitato ad un evento a lui dedicato nell’ambito del San Joaquin Int. Film Festival, tra aprile e maggio prossimi Lodovichetti sarà negli States a presenziare in tre Festival Internazionali, che proietteranno una serie di suoi lavori tra cui il pluripremiato cortometraggio “Sotto il mio giardino” – scritto con il fanese Luca Caprara, e prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. “Sotto il mio giardino” che risulta essere uno dei cortometraggi italiani più premiati e proiettati all’estero di tutti i tempi, sarà il portabandiera, ma verranno proiettati anche altri lavori di Lodovichetti, tra cui “Il Diavolo”, “Fragile”, “Untitled” (girato a Fano nel 2003) ed altri. “Ho pronto il copione per un lungometraggio, scritto con una sceneggiatrice americana: spero che il viaggio riesca a fare in modo che questo mio nuovo sogno diventi realtà. Magari proprio in America”. Dopo l’accordo di collaborazione con “IWC Italian World Channel” - canale tematico italoamericano per la diffusione della cultura italiana in America- per cui Lodovichetti realizzò il promo ufficiale visibile sulle sue pagine youtube, myspace e facebook, e montato da un altro fanese, Nicola Nicoletti, Lodovichetti ed il suo team sta avvicinandosi sempre più agli Usa: questa volta toccherà tre stati: New York, Tennesee, Connecticut.


“E’ un lavoro difficile, in un periodo storico particolarmente problematico. Ma non intendo perdermi d’animo. Certo, mi piacerebbe di più riuscire a fare qualcosa in Italia, magari anche nelle Marche, sono legatissimo al nostro territorio. Ma rimanere qui, e vedere ciò che accade, spesso è disarmante e viene voglia di gettare la spugna” sostiene Lodovichetti. Lodovichetti incontrerà e terrà conferenze ed incontri con il pubblico americano, insieme a personaggi del calibro di Jim Carrey, Sarah Michelle Gellar, Jenny McCarthy, Richard Dreyfuss ed altri; confrontandosi direttamente con personalità importanti della industria cinematografica internazionale. “Quando mi vengono offerte queste possibilità, queste opportunità, questi inviti, da Stati Uniti o da qualsiasi altro paese d’Europa o del mondo, non ci penso nemmeno un secondo a partire. Come anche questa volta. Purtroppo non è velleità esterofila, quanto necessità di sopravvivenza”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2010 alle 19:15 sul giornale del 18 marzo 2010 - 755 letture

In questo articolo si parla di cinema, attualità, fano, LobecaFilm, Andrea Lodovichetti