Cicetti: siamo già allo sgonfiarsi della \'bolla edilizia\'

edlizia 2' di lettura Fano 01/02/2010 - \"A Fano siamo già allo sgonfiarsi della \"bolla edilizia\" con migliaia di alloggi sfitti e molte centinaia o più di appartamenti invenduti. A breve l’economia cittadina ne sentirà in pieno gli effetti\".

Alcune imprese del settore e del relativo indotto sono destinate a chiudere o a fallire. La \"bolla edilizia\" si somma alla \"bolla della nautica\" che è già scoppiata. Il risultato è una crisi grave dell’occupazione e dei redditi non solo dei lavoratori dipendenti, ma della piccola imprenditoria, del commercio, delle partite IVA. Alla base di questa difficilissima situazione c’è di sicuro lo sfavorevole ciclo economico nazionale e mondiale, ma ci sono anche gli errori delle Amministrazioni locali prima di sinistra, oggi di destra che si sono succedute negli ultimi quindici/venti anni.



I due errori più grossi sono stati:


1) la spropositata espansione delle aree rese edificabili che ha mangiato territorio e favorito la rendita anche speculativa;


2) lo sviluppo indiscriminato, non programmato e non governato dell’industria nautica. Aver puntato e favorito questi due settori senza averne calcolati i rischi, ha oltretutto sottratto capitali e risorse e competenze umane ad altre attività. Attività non solo rispettose del territorio, certo con prospettive di sviluppo più lento, ma durevoli nel tempo e con alto contenuto di sapere e di civiltà. Mi riferisco al turismo sostenibile, agli investimenti nel patrimonio paesaggistico, culturale ed artistico (con qualche lodevole eccezione quali teatro ed emergenze architettoniche romane e rinascimentali), al terziario avanzato, alla rete viaria e infrastrutturale, alla razionalizzazione e produttività di aziende e servizi pubblici.



Rimediare a questo negativo stato di cose non è semplice. Sarebbe utile che la politica, la cultura e l’economia locali fossero contraddistinte da una più alta (o meno bassa) qualità dei suoi protagonisti e dei suoi decisori. Ma è chiaro che questa è un’altra storia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2010 alle 18:14 sul giornale del 02 febbraio 2010 - 1400 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, edilizia, Enzo Cicetti