Pri: finalmente il centrodestra ha il suo candidato

3' di lettura Fano 30/01/2010 - \"Finalmente il centrodestra ha il suo candidato, per il partito repubblicano, che sosteneva come candidato delle liste civiche Aguzzi non si poteva sceglier di meglio, anche se, come fanesi, un po’ di rimpianto c’è rimasto, ma siamo fiduciosi sulla scelta del vice sindaco Marinelli, che per certi versi ha caratteristiche simili ad Aguzzi, è a capo di una lista civica, che ha vinto le elezioni nella sua città, Civitanova Marche, e amministra bene la sua città\".

Il partito repubblicano si presenterà alle regionali in tutte le province con le liste civiche di Mascioni nella provincia di Pesaro, di Galeazzi nella provincia di Ancona, di Marinelli nella provincia di Macerata, del Movimento autonomo del piceno ad Ascoli Piceno.



Questa volta i cittadini fanesi devono votare in massa le liste civiche, anche perché Fano è stata lasciata a secco da tutte le iniziative regionali prima fra tutte l’ospedale Santa Croce e per difenderlo bisogna vincere le elezioni, non bastano le solite battaglie cittadine, vincendo le elezioni si può incidere sulle scelte regionali in materia di sanità. Oggi Mezzolani ci dice che la sanità nelle Marche è avanti, ma i fanesi non possono essere d’accordo, basta vedere come sia stato costruito l’ultimo allargamento del nostro ospedale, con un pronto soccorso da terzo mondo.



Non parliamo poi della perdita di un pezzo di regione come l’alto Montefeltro, spaccando l’unità feltresca con capololuogo Urbino che ha tanti riferimenti storici e culturali, abbiamo perduto una immagine delle Marche, lo storico forte di San Leo; ora i cittadini che hanno votato il referendum si pentono per aver deciso troppo in fretta l’annessione, perché si sono accorti che in realtà la provincia di Rimini li ha fagocitati senza dare nulla in cambio, se i responsabili di tutto questo come l’ex presidente della provincia Ucchielli, e il Presidente Spacca, come possiamo continuare a dargli fiducia. La giunta Spacca ha anche commesso errori dal punto di vista finanziario ed economico, è stata travolta per 72 milioni di dollari nel fallimento della Lehmann & Brothers, ha sprecato 1 milione e settecentomila euro per lo sporadico spot con un attore in declino come Dustin Hoffmann, la cui regia è stata affidata a quel Solari già Assessore alla cultura della giunta Spacca, vorremmo che i cittadini riflettessero su questi punti, ed anche sul fatto che i finanziamenti regionali per la città di Fano erano briciole rispetto alla torta anconetana.



Si potrebbe continuare all’infinito nel giudicare negativamente la giunta Spacca, per come ha buttato all’aria il modello marchigiano di sviluppo , non accorgendosi che i suoi imprenditori andavano a far distretti industriali in altre parti del mondo. Anzi, i politici di centrosinistra marchigiani, guidavano legazioni di industriali verso altri paesi, perciò vorremmo sapere se tutto questo viaggiare abbia portato a qualcosa ai distretti del fabrianese, alla costruzione di barche da diporto della valle del Metauro, al distretto delle scarpe fermano, o delle macchine utensili del pesarese. Secondo noi, se dovessero vincere le elezioni ci dovremmo aspettare tempi duri e cupi ci saranno marchigiani sempre più poveri, i fanesi dovrebbero ancora subire elemosine, mentre se votassero in massa a favore delle liste civiche e del Partito repubblicano potrebbero essere l’ago della bilancia, vista la piccola differenza che ci separa dal centrosinistra, ed allora con una giunta regionale omogenea si potrebbe avere più voce in consiglio regionale. Ma sono sicuro che se vincerebbe il centrodestra non farebbe pagare ai perdenti lo scotto della sconfitta, come hanno fatto loro nel recentissimo passato.


da Partito Repubblicano Italiano
Sezione di Fano




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2010 alle 19:40 sul giornale del 01 febbraio 2010 - 854 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Partito Repubblicano Italiano Sezione di Fano