Paolini: \'Perchè non inserire Aguzzi in lista col Pdl?\'

luca paolini 1' di lettura Fano 26/11/2009 - Ai (pochi e tutti in provincia di Pesaro) che vorrebbero candidare Aguzzi a presidente della Regione per il Centrodestra, e premesso che non si tratta di questione personale ma esclusivamente politica, vorrei fare una domanda.

Perché la PDL, se è così convinta del suo \"valore\" elettorale non lo candida nella sua lista provinciale di Pesaro? Suggerirei anche di affiancargli Mascioni, per aumentare, in provincia, il già enorme “appeal” verso gli elettori “di sinistra”.


Si potrebbe poi replicare lo schema vincente anche ad Ancona (inserendo Latini e Galeazzi) Macerata (Corvatta) Fermo (Basso e Di Ruscio) e Ascoli (Castelli) Di fronte a tale invincibile armata anche l’UDC molerebbe gli indugi, anche perché si potrebbe candidare a presidente il collega on. Ciccanti – che ha un curriculum ed una esperienza adeguate al ruolo.


Se fosse vero che, già solo con Aguzzi, la vittoria sarebbe possibile, come affermano taluni, con l’inserimento in lista PDL dei sindaci o ex sindaci di altre 5 o 6 “civiche”, oltre UDC e, naturalmente, la Lega con il suo 8 / 10 % nei sondaggi….il successo sarebbe inevitabile !!! Fateci sapere che ne pensate, così poi si butta giù il programma e si inizia la campagna elettorale già sotto Natale!


da Luca Rodolfo Paolini
       parlamentare Lega 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2009 alle 17:10 sul giornale del 27 novembre 2009 - 996 letture

In questo articolo si parla di politica, Luca Paolini