Zona Poderino: segnaletica, lo \'stop\' è fatto in casa

stop003 2' di lettura Fano 27/06/2009 - Ormai i cittadini ne hanno viste di cotte e di crude.

Ormai sanno che in vicinanza delle elezioni si mette sempre un po’ di cipria alla città per farsi belli: 5 anni fa lo aveva fatto il centro sinistra, riasfaltando con un cm di catrame di spessore quasi tutte le vie di Fano (con l’effetto che dopo due mesi c’erano le stesse buche di prima); a pochi giorni dalle elezioni di quest’anno l’ha fatto il centro destra, ristabilendo tutta o quasi la segnaletica orizzontale (le strisce a terra), facendo sembrare Fano una pista automobilistica perfetta quasi a non fare vedere le buche che sono presenti ugualmente anche se coperte dalla vernice!


E quindi i cittadini sanno che spesso di fronte a queste operazioni di maquillage, qualcosa non torna.. lo sanno quelli della zona Poderino che si sono dovuti disegnare sull’asfalto uno STOP nell’incrocio.


Direte: come siete pignoli! Vi segnaliamo che quella zona (via Dini, della Giustizia, Antinori, ecc.) è luogo ogni anno di decine di incidenti per la ridotta dimensione delle vie e per gli incroci pericolosissimi, poiché con visuale quasi nulla. Lo STOP disegnato a terra è solo la punta dell’iceberg della situazione di esasperazione dei cittadini di quel quartiere.


Noi chiediamo:

- un piano di circolazione della zona completamente rivisto, con istituzione di sensi unici e alcuni divieti di parcheggio nei pressi delle intersezioni stradali

- aumento della visibilità agli incroci con l’eliminazione o la riduzione degli ostacoli visivi, come siepi e reti non trasparenti, anche di case private.


Sperando che nessuno dell’attuale amministrazione faccia parte di qualche società di assicurazione auto e pensi che qualche decina di incidenti in più possa essere un vantaggio economico e far aumentare il PIL della città!








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2009 alle 17:42 sul giornale del 27 giugno 2009 - 860 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Hadar Omiccioli, fano a cinque stelle, stop004, stop003





logoEV
logoEV