Controlli sul territorio: denunce, arresti e sequestri

carabinieri di fano 3' di lettura Fano 15/06/2009 - Tre persone tratte in arresto, numerose denunce in stato di libertà, sequestro di un\'autovettura e di sostanze stupefacenti. Questo il risultato dei controli serrati nel territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Fano.

Durante i controlli sul territorio per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio ed il contrasto all\'attività di spaccio di sotanze stupefacenti tra i giovani, i militari di Fano hanno tratto in arresto il pluripregiudicato campano M.D., di 27 anni.

Il giovane, arrestato a Fano, dove risiede con la famiglia e lavora come operaio presso un cantiere navale, è stato raggiunto da un\'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Infatti, pur avendo cambiato vita, l\'uomo deve fare i conti con la Giustizia che, a distanza di qualche anno, gli ha chiesto il \'conto\' per delle estorsioni e rapine commesse nella Provincia di Napoli nel 2004. Il 27enne, quindi, si trova ora nel carcere di Pesaro.

Sempre a Fano, in località Sant\'Orso, i militari della stazione di San Giorgio di Pesaro hanno arrestato una zingara di 40 anni. K.D., polacca ma residente in un campo nomadi in Provincia di Novara, specializzata in furti di appartamento, è stata tratta in arresto mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi di alcuni condomini del luogo. Alla vista dei Carabinieri, che tentavano di fermarla per un controllo, la donna ha cercato di divincolarsi per raggiungere un\'autovettura parcheggiata nelle vicinanze, a bordo della quale c\'era una seconda persona ad attenderla. K.D., sottoposta a giudizio per direttissima, a seguito di patteggiamento, è stata condannata a sei mesi di reclusione.

Una denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente è scattata a carico di J.Z, 22enne bosniaco ma residente a Fano. Il giovane è infatti stato trovato in possesso di 21 grammi di hashish, ora sotto sequestro.

Le attività di controllo dei Carabinieri della Compagnia di Fano ha riguardato anche Marotta. I militari di Mondolfo hanno tratto in arresto, su ordine dell\'A.G., un senegalese di 45 anni. N.G., già arrestato lo scorso anno dagli stessi militari per violenza sessuale, è stato ora tratto in arresto perchè responsabile di evasione dagli arresti domiciliari. L\'uomo, infatti, in un\'azienda del luogo, aveva cercatodi violentare un\'operaia, introducendosi negli spogliatoi delle donne. Ma le urla della vittima avevano attirato i colleghi che hanno così messo in fuga il senegalese, poi rintracciato. Ora il 45enne si trova rinchiuso nel carcere di Pesaro.

A Mondolfo, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà un 39enne di Fano. L\'uomo, sorpreso alla guida in stato di grave stato di alterazione psicofisica, deve rispondere di guida in stato di ebbrezza alcolica. L\'autovettura, una Citroen C4, a bordo della quale viaggiava è stata sottoposta a sequestro e la patente di guida dell\'uomo è stata ritirata.

Infine, i militari di Fano hanno segnalato alla Prefettura di Pesaro ed Urbino quattro fanesi. I givani, di 27, 24, 19 e 23 anni, sono stati segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti per l\'applicazione delle sanzioni amministrative previste. I fanesi, quindi, ai quali sono state sospese le patenti di guida, dovranno essere sottoposti ad accertamenti dei requisiti psicofisici, poichè trovati in possesso di 2,2 grammi di eroina e di mezzo grammo di cocaina, che detenevano per uso personale. Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro.





Questo è un articolo pubblicato il 15-06-2009 alle 19:02 sul giornale del 15 giugno 2009 - 926 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, mondolfo, carabinieri, marotta, Sudani Alice Scarpini





logoEV
logoEV