Sul futuro della ex-caserma i fanesi hanno tanto da dire

bene comune Fano 2' di lettura Fano 24/05/2009 - Nei mesi scorsi la lista civica Bene Comune ha consultato la cittadinanza sul futuro della ex-caserma Paolini attraverso un referendum-inchiesta. L’ex-caserma Paolini rappresenta infatti una risorsa importante per la città di Fano, sia per il luogo in cui è ubicata, sia per la sua dimensione (20.000 mq).

Certamente non può essere lasciata ‘andare in malora’, ma la sua trasformazione d’altro canto non può avvenire depauperando gran parte del patrimonio immobiliare e terriero accumulato da generazioni di fanesi, né mettendo in crisi le finanze del Comune per i prossimi decenni, finendo per bloccare ogni investimento della città di Fano per molti anni a venire. Soprattutto se il fine della operazione è il trasloco degli uffici comunali, come aveva previsto la giunta uscente. Fortunatamente ancora niente è stato deliberato, e auspichiamo che il prossimo sindaco di Fano possa ripensare questa situazione -individuando anche forme di acquisizione della caserma che non gravino soltanto sul comune ma anche su altri soggetti pubblici e privati- e soprattutto aprire un dibattito cittadino su questo tema, magari bandendo un concorso di idee per la trasformazione della caserma. Finora infatti tutte le analisi e trattative sono state gestite in maniera affatto trasparente.



La strategicità dell’operazione e l’entità delle risorse coinvolte ci avevano spinto già dal giugno 2007 a richiedere delucidazioni sul progetto sulla caserma ed in particolare sulla destinazione d’uso prevista e a sottolineare con forza, anche attraverso una interpellanza del consigliere De Marchi (12.06.07), la necessità di coinvolgere la cittadinanza. Niente è stato fatto in questo senso, per cui ci è sembrato importante chiedere direttamente attraverso un sondaggio ai cittadini cosa ne pensassero. Il dato più interessante a nostro avviso non è tanto quello sulla appropriatezza dell’acquisto della caserma (secondo il quale tra l’altro soltanto l’11% degli intervistati è favorevole all’acquisto della caserma per il trasloco degli uffici comunali) quanto quello sulla destinazione d’uso che i cittadini auspicano per la ex-caserma. Soprattutto è indicativo di quanto sia importante per i fanesi aver voce sul destino della caserma il fatto che il 73% degli intervistati, indipendentemente dal fatto che la caserma venga acquisita in maniera onerosa o meno, ha voluto indicare almeno una destinazione d’uso auspicata diversa da ‘uffici comunali’.



Tra le più votate ‘parcheggi e parco cittadino’ (25%), ‘polo scolastico’ (19%), ‘residenze per anziani e strutture socio-assistenziali’ (19%), ed a seguire auditorium, centro congressi, uffici giudiziari, poste, museo. Significativo poi che il 10% sia ‘altro’ cioè ulteriori proposte dei cittadini come ‘centri di aggregazione giovanile’, ‘orto botanico’, ‘sedi per associazioni’, ‘casa del welfare’, ‘cittadella per bambini e ragazzi’ ecc… evidentemente sul futuro dell’ex-caserma i fanesi hanno tanto da dire.


Roberta Ansuini

Lista civica Bene Comune







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2009 alle 17:05 sul giornale del 25 maggio 2009 - 832 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, bene comune, lista bene comune





logoEV