Avanzi di cassa per il Comune...ecco i trabocchetti!

2' di lettura Fano 22/05/2009 - Vorremmo appuntare l\'attenzione dei lettori sul comunicato di Carloni del 30/4/2009, apparso su www.fanoinforma.it. Noi non vogliamo attaccare la persona, ma i dati che egli fornisce.

Nel passaggio dove parla di alleggerimento fiscale, ci sono dati \"fasulli\", in quanto è egli stesso a ...sconfessarli subito dopo! Ci spieghiamo. Carloni sostiene : \"Per quanto riguarda la gestione amministrativa del Comune, Carloni ha messo in evidenza come nei cinque di governo del centro destra sia stata ridotta la pressione fiscale visto che “le entrate tributarie sono passate dai 27 milioni di euro del 2004 ai 20 milioni 600 mila del 2008”. Sono cresciuti, invece, da 8 a 17 milioni di euro i trasferimenti a favore del Comune, così come sono aumentate le entrare extratributarie da 9 a 10 milioni in cinque anni.\"


Ora, le entrate tributarie si sono ridotte sia grazie all\'abolizione dell\'ICI ( alleggerita sulla prima casa dal Governo Prodi, poi tolta del tutto dal Governo Berlusconi: quindi il calo dell\'imposizione fiscale NON è merito dell\'amministrazione Aguzzi, ma sono decisioni prese a Roma; il quale Governo centrale, però, ha ridato a Fano, sotto forma di trasferimenti, lo stesso importo che Fano ha perso dal mancato gettito, circa 3 milioni); sia ad una minor compartecipazione all’IRPEF, che è stata ugualmente compensata dallo Stato Invece, quello che non dice Carloni, è che dal 2007 i cittadini fanesi pagano un\'addizionale IRPEF all\'aliquota massima prevista dal Governo, e cioè lo 0,80% contro lo 0,50% precedente: ciò ha comportato un maggior gettito per le casse comunali di 2.250.000 di euro (corrispondenti ai 6 milioni di add.le IRPEF attuale contro i 3.750.000 passati).


Ci ha anche nascosto, il signor Carloni, che tutti gli anni i servizi a domanda individuale sono aumentati del 3%, con un aumento, al primo anno di giunta Aguzzi, del 10%, per un totale del 22%; in più il canone che l\'Aset paga al Comune è passato da 1.750.000 ai 2.400.000 di euro attuali, spalmati sulle bollette dell\'igiene urbana e del gas, cosa che ha portato gli ispettori ministeriali a definirla una \"tassa occulta\" che pagano i fanesi alle casse comunali. La differenza in più, di 650.000, sommata ai 2.250.000, danno 2.900.000 di maggiori tasse pagate dai cittadini fanesi. Per quanto riguarda l’avanzo di cassa di 6 milioni, pensiamo non debba essere un vanto per Carloni, in quanto negli ultimi 20/30 anni il nostro Comune ha SEMPRE chiuso in avanzo!


Ettore Marini






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2009 alle 16:42 sul giornale del 22 maggio 2009 - 808 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, fano a cinque stelle, Lista Civica Fano a 5 stelle