\'La Tua Fano\': questione Aset, la solita sinistra

La tua Fano 12' di lettura Fano 23/12/2008 - \"Ancora una volta il Partito Democratico non è stato capace di riconoscere ciò che è bene per la città e ha confermato l\'atteggiamento di chi è sempre contro per logiche di schieramento\", l\'intervento del portavoce della lista civica a sostegno del sindaco Stefano Aguzzi.

Invece di cercare elementi di unione con i possibili, anche se improbabili, alleati, li incalza e li redarguisce con arroganza e supponenza, come se la diversità fosse sempre e solo a vantaggio del suo partito. In nessun modo e su nessun tema cerca il confronto e la mediazione. Ribalta le accuse e ribadisce continuamente le sue posizioni, come a dire che soltanto accettando le decisioni del suo partito si trova l\'accordo.

Se sono cambiate le facce, antichi sono rimasti i metodi e gli atteggiamenti.



La recente vicenda Aset, con il mantenimento della sua autonomia di gestione, contro la privatizzazione portata avanti da Hera e dalla Provincia, dimostra invece che una politica diversa è possibile. Una politica come quella sostenuta e praticata dalla lista civica La Tua Fano e dal Sindaco Aguzzi, che ha cercato nel dialogo e nel confronto tra tutte le forze politiche, non solo quelle di maggioranza, un elemento in più di conoscenza: quando non ci sono posizioni ideologiche o preconcette, dal confronto e dal dialogo può scaturire solo una migliore conoscenza delle cose ed una più corretta risposta ai bisogni dei cittadini.



Oggi a Fano, grazie alle scelte operate dall\'amministrazione Aguzzi è possibile ancora gestire i servizi di igiene ambientale, gas e acqua in totale autonomia, garantendo ai cittadini il controllo e gli investimenti sul territorio. Sarebbe stato completamente diverso con Hera, con le decisioni prese a Bologna, dove le voci dei fanesi avrebbero fatto fatica ad arrivare.



La realtà è così evidente che ora il Partito Democratico non riesce più a sostenere il contrario. Il Partito Democratico che premeva per la fusione Aset-Aspes-Hera è stato costretto, nella riunione del Consiglio Comunale di Mercoledì 17/12, ad abbandonare l\'aula per non votare il nuovo Statuto e l\'autonomia di Aset, né a favore, dando ragione al Sindaco Aguzzi, né contro, alienandosi il consenso dei cittadini (che sono decisamente per il mantenimento dell\'autonomia).



Ancora una volta il Partito Democratico non è stato capace di riconoscere ciò che è bene per la città e ha confermato l\'atteggiamento di chi è sempre contro per logiche di schieramento.
In grande difficoltà è il candidato a sindaco Federico Valentini, che in provincia ha sostenuto Hera, e le sue logiche di profitto, e ora in campagna elettorale cerca di presentarsi come il paladino degli interessi della gente.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 dicembre 2008 - 761 letture

In questo articolo si parla di politica, Lista civica \"La tua Fano\", la tua fano





logoEV