SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

San Lorenzo in Campo: il miglior miele italiano è qui

21' di lettura
1748

A Castel San Pietro Terme, nel concorso Grandi Mieli d\'Italia Tre Gocce d\'oro, vince ancora La Mieleria di San Lorenzo di Luca Londei.

E\' proprio il caso di dirlo: Luca Londei ci ha preso gusto!

La Mieleria di San Lorenzo dopo aver primeggiato l\'anno scorso al prestigioso concorso Grandi mieli d\'Italia ottenendo le Tre Gocce d\'oro, domenica 21 settembre a Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna, è salita ancora sul gradino più alto del podio. Il produttore Luca Londei ha, infatti, vinto la gara del gusto \"I millefiori, i mille mieli\", fra i grandi mieli millefiori d\'Italia, una nuova sezione del concorso Grandi mieli d\'Italia - Tre Gocce d\'oro, nata per valorizzare il patrimonio di diversità rappresentato dai mieli millefiori italiani.


A decretarlo una giuria di giornalisti e gastronomi guidata dal Prof. Sergio Angeletti (nella foto con Luca Londei), articolista scientifico del Corriere della Sera, ecologo e naturalista, autore di numerosi libri sui temi della salute e della cucina. Sulla base dell\'edizione 2007 del concorso Grandi mieli d\'Italia - Tre Gocce d\'oro, sono stati invitati a presentare le loro produzioni 2008 gli apicoltori che, per ogni regione, si erano classificati nelle prime posizioni. Questi prodotti, descritti sulla base della loro origine territoriale e botanica, sono stati verificati a livello qualitativo attraverso accurate analisi di laboratorio e poi sottoposti a una giuria di giornalisti specializzati nel settore gastronomico che li ha classificati in base alle peculiarità di profumo e sapore. Dai circa 200 mieli millefiori in gara sono stati scelti dalla giuria otto mieli e tra questi è stato decretato campione del gusto 2008 il miele di millefiori de La Mieleria di San Lorenzo di Luca Londei.


Queste le caratteristiche del miele vincitore:

Il miele prodotto nelle Marche si compone delle specie che popolano le colline dell\'entroterra; a fianco delle specie coltivate, erba medica e girasole, contribuiscono in maniera significativa alla formazione del miele la betonica (o erba strega), pianta infestante dei campi di cereali, ormai scomparsa nelle aree con agricoltura più intensiva e piante affini alla carota selvatica, che conferiscono al miele un aroma del tutto particolare, nella gamma dei prodotti di media intensità.


\"Fa enormemente piacere - spiega visibilmente soddisfatto, Luca Londei - che una giuria di altissimo livello ha laureato il mio miele millefiori campione d\'Italia. A questa nuova sezione hanno partecipato gli apicoltori migliori e, riuscire a superare una concorrenza così eccellente, è davvero molto gratificante. L\'impegno, l\'accuratezza e la costanza che quotidianamente metto nel lavoro è la miscela che crea questo prodotto di qualità così tanto apprezzato. C\'è l\'amore per la terra in cui vivo alla base del millefiori che ha vinto perché questo tipo di miele è strettamente legato al territorio dove viene prodotto. E\' frutto di una meticolosa ricerca e di un\'attenta selezione delle varie componenti e ovviamente di tanta passione per il lavoro.Tengo a sottolineare - conclude Londei - che tutta la nostra produzione è certificata biologica e questo è sinonimo di genuinità e salubrità del miele e consente di rispettare perfettamente gli standard fisico-chimici.\".




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 settembre 2008 - 1748 letture