SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Cavalieri: sull\'Ente Manifestazioni serve chiarezza

2' di lettura
702

Francesco Cavalieri

Leggo le dichiarazioni dei Presidenti di Ente Manifestazioni ed Ente Carnevalesca. Occorre ristabilire un po\' d\'ordine. L\'Ente Manifestazioni ha il compito, statutario, di predisporre progetti ed obiettivi legati al Carnevale.

Nell\'indicare il coinvolgimento di gruppi cittadini per la realizzazione di mascherate, il coinvolgimento mediante progetti mirati delle scuole e dei carristi, anche mediante allestimento di arredi \"carnevaleschi\" nel centro storico della città, mi pare che il Presidente dell\'Ente Manifestazioni abbia assolto al compito statutario dell\'Ente stesso. D\'altro canto, l\'Ente Carnevalesca ed il Presidente Gianfranco Mazzanti da sempre svolgono egregiamente il ruolo di organizzazione del Carnevale e soprattutto delle sfilate.


Circa gli emersi contrasti sui bilanci, ed in particolare il bilancio del Carnevale 2007, corre l\'obbligo di evidenziare che mentre il Comune ha stanziato per quell\'anno la somma di Euro 150.000, Provincia, Regione e Fondazione Cassa di Risparmio di Fano hanno diminuito i loro contributi e pertanto il Carnevale 2007, per cui erano state preventivate entrate ( e quindi contributi!) e spese pari all\'anno 2006, ha potuto fruire di minori entrate pari ad Euro 20.000, somma coincidente, guarda caso, con l\'asserito sbilancio. Non sembrano sussistere pertanto, vizi di programmazione, di gestione o di spese troppo \" generose\". Esiste semmai \" il braccio troppo corto\" della Regione, della Provincia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano.


Circa le divergenze di opinione sul numero dei carri allegorici da realizzare o sull\'artista cui dedicare il Pupo del prossimo anno è legittimo che tali diverse opinioni sussistano ed anzi da un confronto dialettico e civile tra i due Enti ed anche tra carristi e maestranze dovrebbero scaturire le scelte più adeguate. Non mi pare sia invece il caso di proseguire con le reciproche invasioni di campo sul \"chi debba fare che cosa\". Le sponsorizzazioni ad esempio possono essere reperite da entrambi gli Enti. In questi anni Ente Manifestazioni ed Ente Carnevalesca hanno svolto correttamente i reciproci ruoli progettuali ed organizzativi, garantendo la riuscita di sfilate caratterizzate da una straordinaria affluenza di pubblico e l\'organizzazione di eventi di carattere culturale ed artistico legati al Carnevale. Ricordo pertanto ad entrambi, Campanella e Mazzanti, che il Carnevale di Fano nasce da un atto di pace tra le famiglie rivali dei del Cassero e dei dè Carignano. \" Ex Concordia Felicitas\" è dal Medio Evo il motto della ns. città e se il principio valeva allora, credo debba valere, a maggior ragione, anche oggi.



Francesco Cavalieri

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 24 settembre 2008 - 702 letture