SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
articolo

Indagine di Federconsumatori: sono benzina e alimentari gli incubi delle famiglie

3' di lettura
969

 Sono le voci a pesare maggiormente sui bilanci famigliari. Un\'indagine di Federconsumatori mostra che una famiglia su due contrae debiti.

Nella provincia di Pesaro Urbino si ripropone il quadro nazionale di una difficoltà nell\'acquisto e nella consequenziale riduzione dei consumi da parte delle famiglie. I dati sono il risultato dell\'indagine effettuata dalla Federconsumatori condotta su 540 famiglie di Fano e Pesaro con lo scopo di monitorarne spese e consumi.


Dai 15 quesiti a cui si sono sottoposti i nuclei famigliari si evince un chiaro quadro: tra le principali spese da affrontare vi sono affitto, alimentari e benzina. Le famiglie in maggiore difficoltà sono dunque quelle con residenza in affitto o che hanno contratto un mutuo in quanto questa genere di spese pesa di 43% sul bilancio totale. Altro dato allarmante è il pesante rincaro sui prezzi degli alimentari (voce che pesa sul reddito totale per un 40%). Ad aggravare la situazione sono poi bollette, benzina, affitto, riscaldamento.


Nel questionario vi era inoltre una domanda specifica sulla percezione dei prezzi in costante aumento e la risposta delle famiglie è stata al 98% positiva. La percezione dell\'aumento dei beni si basa principalmente sul rincaro di gasolio-benzina, alimentari, bollette, pane ,pasta,frutta,verdura. La voce alimentare è dunque, secondo la percezione delle famiglie intervistate, quella che sta subendo i maggiori aumenti.



Altra tematica presa in esame è quella legata all\'acquisto a rate: ha detto no il 54,5 % e si il 45,5%. Cioè quasi una famiglia su due. A ciò va poi sommato che molte famiglie hanno un mutuo quindi hanno comunque contratto un debito.



Questo è un articolo pubblicato il 25-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 25 agosto 2008 - 969 letture