Provincia in prima fila per la pista ciclabile

pista ciclabile| Fano| 2' di lettura Fano 07/06/2008 - “La Provincia ha realizzato i progetti, diretto i lavori, proceduto con gli espropri, stanziato le risorse. Ora aspettiamo il Comune di Fano… e procederemo con nuovi appalti”. Il presidente della Provincia Palmiro Ucchielli fa chiarezza sulle polemiche innescate dalla manifestazione del comitato “CicloPe” per il completamento del percorso ciclabile e pedonale tra Pesaro e Fano.

Il progetto della pista ciclabile è stato redatto dall’Amministrazione provinciale, che ha fatto pressing nei confronti della Regione Marche per l’inserimento dell’opera tra i finanziamenti della legge regionale n. 16 del ’96. Ottenuto il notevole contributo regionale a fondo perduto, la Provincia si è fatta parte attiva con i Comuni di Pesaro e Fano per ottenere la loro quota di partecipazione, oltre alla propria, assai consistente, pur non avendo la Provincia competenze in materia.


“Il progetto è stato suddiviso in due lotti - fa notare Ucchielli -, a loro volta ripartiti in più stralci, per la periodicità dei finanziamenti, perché si opera in zona turistica e per il fatto che sono coinvolti molti enti come i Comuni, Ferrovie dello Stato, Anas, Aspes, gli operatori balneari, Regione, Arpam\".“Sono stati realizzati, con la direzione dei lavori della Provincia, l’intero tratto che attraversa il comune di Pesaro e circa due chilometri e mezzo che ricadono nel comune di Fano, dal Lido a Gimarra\".


“L’opera ha anche permesso di risolvere notevoli problematiche ambientali e urbanistiche, eliminando opere abusive, realizzate oltre trent’anni fa, e agevolando la costruzione di una fognatura per gli stabilimenti balneari e gli alberghi della zona, nonché di sistemare alcune situazioni proprietarie ferme da decenni\".“Ma l’impegno della Provincia non si è fermato alle questioni tecniche: l’ente è anche intervenuto finanziariamente con ingenti risorse che, nelle ben note situazioni di magra che attraversano gli enti pubblici, denotano grande attenzione al problema dell’ambiente e alla sicurezza della mobilità\".


“Per completare la pista ciclabile restano da realizzare il sottopasso ferroviario al termine di viale Trieste a Pesaro, di prossimo appalto, e il tratto da Gimarra a Fosso Sejore\". “La Provincia è impegnata a concludere l’intervento ma spesso questa nostra attività si scontra con normative urbanistiche ed espropriative che richiedono tempi lunghi. Si sta facendo il possibile e a tal proposito ho recentemente inviato una lettera di sollecito al sindaco di Fano affinché intervenga per la conclusione delle pratiche di esproprio di competenza del suo Comune. Speriamo quindi di poter iniziare quanto prima i lavori procedendo agli appalti per la gioia nostra, dei ciclisti, dei pedoni e di tutti i bagnanti della nostra provincia”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 giugno 2008 - 839 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV