Monteschiantello: inaugurata la nuova centrale biogas

Discarica di Monteschiantello 1' di lettura Fano 07/06/2008 -

Nella discarica usata dai comuni di Fano, Cartoceto, San Costanzo, Mondolfo e Monteporzio un\'innovazione in nome del risanamento ambientale.



Inaugurata ieri mattina dai Sindaci di Fano e di San Costanzo la centrale biogas nella discarica di Monteschiantello. Presenti gli ingegneri che hanno partecipato al progetto, Giovanni Mattioli di ASET, e Roberto Zaffini presidente di AURA, la società composta da ASET Holding e ASUS International, partner milanese del progetto. Poche ma esaurienti le cifre che illustrano i vantaggi dell\'operazione: i 650 i metri cubi di gas emessi in un\'ora corrispondono a 8.000 kilowatt di elettricità prodotta (l\'energia sufficiente a soddisfare 300 abitazioni di medio consumo).


Il tutto reso possibile dai finanziamenti erogati per le centrali biogas dal decreto Bersani e da un investimento di 4,8 milioni di euro che la società AURA progetta di riguadagnare con la vendita dell\'energia prodotta in circa dieci anni. \"Un\'operazione importante nell\'ottica del risanamento ambientale e che grazie alla sigillatura delle cave un tempo aperte ha anche un impatto visivo davvero minimo\" ha spiegato Stefano Aguzzi \"così Fano è a pari passo con le più civili discariche delle città del nord Italia\".


Progetto utile e ambizioso in un periodo in cui lo smaltimento dei rifiuti si sta riscoprendo come problema dai molteplici impatti.






Questo è un articolo pubblicato il 07-06-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 giugno 2008 - 1853 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, Elena Serrano, centrale biogas, monteschiantello





logoEV
logoEV