Si getta dal balcone perchè scoperto, muore un clandestino

ambulanza 1' di lettura Fano 21/05/2008 -

Muore gettandosi dal balcone della casa, da lui abusivamente occupata, un clandestino tunisino che stava cercando di fuggire all\'arrivo del proprietario dell\'abitazione. L\'extracomunitario di trent\'anno è caduto da un\'altezza notevole, riportando ferite per lui fatali, sia alla testa che all\'addome.




E\' finita in tragedia la fuga di un tunisino di trent\'anni, che è morto cercando di scappare insieme ad altri suoi quattro compagni, dal proprietario infuriato di una casa, antecedentemente occupata in modo abusivo dall\'extracomunitario. Il trentenne, senza regolare permesso di soggiorno, è deceduto dopo essersi gettato dal balcone dell\'abitazione nel vano tentativo di scappare dalle ire del cittadino pesarese che voleva far allontanare gli abusivi.


L\'immigrato clandestino è precipitato dal terrazzo del primo piano, riportando un gravissimo trauma cranico e toracico, ferite per lui letali. Dopo la caduta, i suoi quattro compagni hanno caricato il corpo del clandestino sopra un piccolo carrettino che si trovava nelle vicinanze dell\'abitazione abbandonandolo poco dopo. I quattro hanno infatti preferito proseguire la fuga, preoccupati più per la loro sorte che per quella dell\'amico. Il Pronto Soccorso e le forze dell\'ordine sono state poi avvisate da una chiamata anonima che ha dato l\'allarme. In seguito è stato scoperto che il tunisino era già stato colpito da un decreto di espulsione, precedentemente all\'occupazione abusiva della casa pesarese.






Questo è un articolo pubblicato il 21-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 maggio 2008 - 928 letture

In questo articolo si parla di cronaca, clandestino, Nicolò Sabbatini