Pesaro: D\'Anna, lavori fermi da dieci anni alla Rsa per disabili

Giancarlo D\'Anna 2' di lettura Fano 07/05/2008 -

Era il 1996 quando con decreto del Dirigente del Servizio Sanità n. 440 fu approvato il progetto esecutivo dei lavori per la realizzazione di una RSA per disabili psichici a Pesaro.



Il 10.09.1998 la gara d\'appalto veniva affidata all\'Impresa ATI Coedi di Ancona, ma in seguito la sentenza del TAR Marche, confermata dal consiglio di Stato (sentenza 178/2001) annullava l\'aggiudicazione. Nuova aggiudicazione alla ditta EDILTRE di Ascoli .

Nel febbraio 2002 la AUSL n.1 prendeva atto della sentenza del Consiglio di Stato e della rinuncia della ditta EDILTRE al lavoro.

Con determina 170/2002, aggiornamento dei prezzi e indizione di una nuova gara. I lavori vanno alla Ditta ATI GRUOSSO di Potenza, contratto in data 21.03.2003; i lavori vengono consegnati il 19.03.2003 da eseguire in 420 giorni decorrenti dalla data del verbale e quindi da concludere entro il giorno 12.05.2004.


Nel corso dei lavori sono state apportate varianti per un totale di 103.118,80 euro e proroga della scadenza dei lavori all\'aprile 2005.

Nel 2006 la ditta GRUOSSO a seguito di \"riserve presentate e non accolte dalla Direzione Lavori, ha chiesto l\'applicazione l\'attivazione della procedura prevista dall\'Art.31 bis del DPR 554/99(accordo bonario) e poi, dopo che il responsabile del Procedimento, lette le relazioni riservate del Direttore dei Lavori e del Collaudatore, respingeva ogni richiesta per arrivare velocemente al completamento dell\'opera, constatato il perdurante inadempimento dell\'impresa appaltatrice.\" Il Direttore dei Lavori ha verificato che \"l\'impresa nel frattempo non era mai stata presente all\'interno del cantiere.\".


Nel maggio 2007 con determina del Direttore Generale ASUR è stata approvata la risoluzione contrattuale.

Sembra che a breve sarà indetta l\'ennesima gara d\'appalto. Dopo 10 anni sono stai spesi 920.000 euro sono previste ulteriori spese per circa 750.000 euro.

Oggi il cantiere è invaso e coperto da erbacce, alcuni lavori eseguiti si dovranno rifare.Chi pagherà i danni economici e morali alla comunità ad iniziare dai malati e alle loro famiglie ? Mentre si parla di Ospedale Unico in dieci anni non si è riusciti nemmeno a chiudere questo vergognoso capitolo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 maggio 2008 - 883 letture

In questo articolo si parla di politica, giancarlo d\'anna, a.n., giancarlo d\\\'anna





logoEV