Festa del Nino: un progetto di valorizzazione del territorio

3' di lettura Fano 03/05/2008 -

Quattro appuntamenti significativi hanno segnato questo 2008 per la rassegna \'Io Nino\'. Si è iniziato come tradizione da Sant\'Andrea di Suasa per finire a Senigallia; in mezzo i successi di Pergola e Fabriano. Si sono affrontati e sviluppati importanti temi di cultura gastronomica di ieri e di oggi: le filiere brevi e i menù a Km 0, le ricette tradizionali del territorio, il cibo da strada. Questa edizione ha contribuito profondamente alla metamorfosi de \'La Festa del Nino\' in \'Io Nino\'.



\"La festa di piazza nata nel borgo di Sant\'Andrea di Suasa - spiega Silvano Straccini, organizzatore della rassegna - senza rinnegare se stessa ha saputo confermare e costruire un proprio ed originale posto nelle rassegne della nostra regione, un\'immagine e un formato che se da un lato si è adattato e modificato ha però contemporaneamente sollecitato le diverse tradizioni nelle città in cui è stata accolta a parlare di se, senza perdere il filo conduttore tracciato per tutto il 2008. Si è realizzata una fase importante per creare un marchio d\'area culturale, un progetto nato con l\'intento di conoscere, preservare e promuovere alcuni aspetti distintivi di un\'area geografica non delimitata da confini politici ma da abitudini, tradizioni e prodotti. \'Io Nino\' sollecita la ricerca e il rapporto con la propria storia ed il proprio territorio, ed è, soprattutto, stimolo per un nuovo dialogo tra ciò che rappresenta la tradizione nella vita di tutti i giorni e la necessità di innovarsi nei linguaggi, negli oggetti e nella stessa identità. \'Io Nino\' si evolve scovando luoghi e persone, producendo momenti di documentazione storica e nuova produzione culturale.\'


Alcuni aspetti distintivi che segnano la proposta sono sicuramente una modalità di comunicazione puntuale e accattivante, curata da uno studio specializzato di Treviso \'Macramé\' diretto da un professionista marchigiano Davide Bartolucci che ha sapientemente coordinato un pool di professionisti. Va evidenziata in questa edizione una piccola quanto pregiata pubblicazione stampata e distribuita in questi giorni, redatta con testi di Ivo Picchiarelli e Tommaso Lucchetti rispettivamente ideologo e curatore scientifico della rassegna, in cui è riportata l\'essenza di un lavoro che mette insieme linguaggi diversi come i visionari racconti di Claudio Conti, giovane scrittore laurentino, e le inaspettate foto di Michela Pascucci, giovanissima quanto eclettica artista fanese.


Quest\'anno poi, lo sforzo creativo si è arricchito di una produzione artistica: lo spettacolo dal titolo \'NinoVisione\': cinema, teatro, performance per un\'accattivante happening che parla in modo nuovo e brillante di consapevolezza alimentare. Ma non solo. E\' stato prodotto un video di presentazione, pubblicato su youtube visitato da più di 3000 persone e un sito internet aggiornato www.ionino.it, visitato da dicembre 2007 ad oggi da quasi 6000 persone. Rimanendo ai numeri durante le varie tappe sono stati fatti più di 500 test del gusto e oltre 400 persone hanno partecipato alle degustazioni guidate.


\'Non voglio parlare di successo - continua Straccini - ma di lavoro fatto e soprattutto da fare per il futuro, per creare un reale e concreto progetto di valorizzazione e promozione del territorio in collaborazione con i diversi soggetti pubblici e privati attenti e pronti a lavorare con noi. Tante le persone, enti e privati coinvolti a cui va il nostro sentito ringraziamento. Con un filmato su internet e sul sito www.ionino.it che riassume visivamente la rassegna, si chiude questa edizione attraverso il racconto per immagini della festa fatta di ricerca e di innovazione nel rispetto e nella conferma di tutte le tradizioni che a volte ci aiutano a capire meglio chi siamo. Diamo cosi l\'appuntamento al prossimo anno con un\'avvertenza: questa festa non ci sarà più, o meglio questa festa non sarà più la stessa.\'







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 maggio 2008 - 1034 letture

In questo articolo si parla di enogastronomia, attualità, fano, festa del nino





logoEV