Raffaella Pozzi: I Quaderni del Museo colmano un vuoto informativo

Comune di Fano| 2' di lettura Fano 23/04/2008 -

Eccoci finalmente giunti all\'uscita della nuova rivista del Museo Civico di Fano.



Si tratta di un volume che intende principalmente documentare e rendere pubblica l\'attività che si svolge all\'interno della struttura museale fanese ma anche evidenziare i progetti che sono in fase di studio e realizzazione, insieme alle proposte da sviluppare in un prossimo futuro per la sua crescita e la sua valorizzazione.


Varie sezioni l\'animano, tante quante sono i generi di interventi che sono regolarmente svolti e attuati:


- le acquisizioni,


- i prestiti,


- la catalogazione,


- le pubblicazioni,


- la conservazione passiva,


- i restauri,


- la didattica,


- gli eventi.


Come si vede molto c\'è e ci sarà da scrivere e da leggere, perchè molto c\'è da realizzare in una struttura museale. Tutti noi che abbiamo ideato e collaborato alla realizzazione di questo progetto desideriamo colmare un vuoto di informazione e comunicazione che è sempre esistito tra questa realtà museale e la città, ma di più tra questo museo e il mondo.


Sin dalle origini è mancato un forte legame, una connessione intima e profonda tra il Museo di Fano ed il territorio circostante. Quasi che la città non ne riconoscesse la sua natura di raccoglitore di beni di inestimabile valore e non si riconosca ancora oggi in tutte le testimonianze storiche in esso sapientemente raccolte e custodite nel tempo.


Ora, con l\'uscita di questa nuova rivista, siamo riusciti a riempire tale lacuna ed a far sentire la voce che si alza dalle opere d\'arte contenute negli storici spazi del Palazzo Malatestiano.
Buona lettura... anzi, buon ascolto...


da Raffaella Pozzi

direttrice Museo Archeologico e Pinacoteca Palazzo Malatestiano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 aprile 2008 - 1887 letture

In questo articolo si parla di





logoEV