Maiorano: politiche fiscali, detassare i redditi delle famiglie numerose

Giovanni Maiorano 3' di lettura Fano 17/04/2008 -

Ordine del giorno in merito all\'attuazione di politiche fiscali che tengano conto dei carichi familiari per la crescita e l\'educazione dei figli.



Premesso che:


Mantenere ed educare i propri figli è, per la famiglia, oltre che un obbligo morale e naturale anche un diritto-dovere costituzionale;


La pressione fiscale italiana sulle famiglie è oggi la più pesante in Europa e che le politiche sociali a favore della stessa sono tra le meno consistenti;


Un fisco ingiusto significa famiglie povere, famiglie che non arrivano alla fine del mese, figli che non nascono e quindi un Paese che non si rinnova;


In Italia ancora oggi il sistema fiscale penalizza le famiglie con figli a carico dal momento che non tiene conto dei carichi familiari e quindi tassa allo stesso modo, a parità di reddito, il cittadino che vive da solo e il padre di famiglia con figli a carico;


La famiglia va incoraggiata non solo attraverso enunciazioni di principio, ma con precise e coraggiose politiche fiscali che ne promuovano lo sviluppo e la crescita.

Constatato che:


Il Forum delle Associazioni Familiari ha lanciato una campagna di raccolta firme su tutto il territorio nazionale con l\'obiettivo di accendere i riflettori sulla famiglia come vera emergenza sociale e per sensibilizzare i responsabili della cosa pubblica sul tema di \"un fisco a misura di famiglia\" e cioè per un sistema di deduzioni del reddito pari al reale costo di mantenimento di ogni soggetto a carico, sulle base delle scale di equivalenza, indipendenti dal reddito;


L\'art. 31, comma 1, della Costituzione Italiana sancisce: \"La Repubblica agevola con misure economiche ed altre provvidenze la formazione della famiglia e l\'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose\" in coerenza con quanto sancito dall\'art. 53, comma 1, secondo cui \"Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva\";


E\' quindi necessario quanto prima introdurre un sistema fiscale basato non solo sull\'equità verticale, ma anche sull\'equità orizzontale, che a parità di reddito tenga conto del numero dei componenti il nucleo familiare al fine di determinare il reddito imponibile;


Si tratterebbe di un sistema di facile applicazione che manterrebbe intatta la progressività del prelievo ed eliminerebbe l\'attuale e complicato sistema di detrazioni;


Tutto ciò premesso, considerato ed esposto, il Consiglio Comunale,


IMPEGNA il Sindaco e la Giunta


Ad intervenire presso tutte le istituzioni politiche affinché:


nel nostro sistema fiscale si tenga conto non solo dell\'equità verticale seconda la logica del \"chi più ha, più paga\", ma anche dell\'equità orizzontale per cui a parità di reddito, chi ha figli da mantenere non debba pagare le stesse tasse di chi non ne ha;


vengano assunte iniziative che riconoscano, nel rispetto del principio di progressività dell\'imposta, un meccanismo fiscale che preveda la detassazione della parte di reddito destinata al mantenimento dei figli a carico;


A trasmettere il presente ordine del giorno al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministero della Famiglia ed al Forum delle Associazioni Familiari.


da Giovanni Maiorano

Consigliere comunale gruppo misto





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 16 aprile 2008 - 684 letture

In questo articolo si parla di politica, giovanni maiorano, comune di fano, consigliere comunale gruppo misto





logoEV