Pesaro: Ponte Torello, insieme per la sicurezza

provincia pesaro 2' di lettura Fano 09/04/2008 -

Tre giorni di chiusura del traffico, collaborazione tra la Provincia di Rimini e la Provincia di Pesaro Urbino per fare fronte all\'emergenza.



Insieme per la sicurezza del ponte Torello a rischio. Sedute allo stesso tavolo, la Provincia di Rimini e la Provincia di Pesaro Urbino martedì mattina in viale Gramsci hanno messo in moto la macchina dell\'emergenza fissando le opere più urgenti, per fronteggiare subito le gravi condizioni del viadotto sul torrente San Martino, e gli interventi strutturali da realizzare in un secondo momento nella zona di confine del comune di San Leo. Si parte questo venerdì. \"Una operazione all\'insegna dell\'armonia, della collaborazione e dell\'unione delle forze\" hanno sottolineato in coro i presidenti Palmiro Ucchielli e Ferdinando Fabbri. \"Perché insieme sarà tutto più facile, sia la tempistica dei lavori sia il reperimento dei fondi necessari\".


E in questa direzione gli amministratori si sono già rivolti alla Protezione civile delle Regioni Marche ed Emilia Romagna per chiedere la copertura della spesa. Tre le fasi dell\'intervento: per la messa in sicurezza si procederà con interventi tampone ai due pilastri laterali e perciò il ponte resterà chiuso venerdì, sabato e domenica senza dimenticare l\'indicazione delle deviazioni e garantendo il transito dei mezzi di emergenza (saranno distribuiti per questo volantini); in dieci giorni sarà realizzato un attraversamento stradale alternativo senza interferire con le proprietà private; infine si programmeranno gli interventi strutturali definitivi grazie alla collaborazione tra gli uffici tecnici della Provincia di Pesaro Urbino e l\'Università di Bologna.


\"Per la completa messa a norma del viadotto l\'intervento richiederà dai 6 agli 8 mesi - ha fatto notare l\'assessore ai lavori pubblici di Pesaro e Urbino Giuseppe Lucarini - sono questi i tempi necessari per realizzare una buona operazione nell\'interesse dei cittadini e degli automobilisti. Nel frattempo il traffico procederà regolarmente grazie al nostro piano di emergenza\".
All\'incontro, insieme ai presidenti Ucchielli e Fabbri, erano presenti l\'assessore ai lavori pubblici Giuseppe Lucarini, il presidente della Comunità montana dell\'Alta Valmarecchia Gabriele Berardi, il sindaco di Novafeltria Vincenzo Sebastiani, l\'assessore ai lavori pubblici del Comune di San Leo Pier Sante Guerra e i tecnici delle due Province. Al termine del summit, i due presidenti Ucchielli e Fabbri hanno deciso di trasmettere una lettera congiunta alle rispettive Regioni e all\'Anas sia per il ripristino del ponte Prena a Pennabilli sia per i lavori necessari al ponte Torello nell\'interesse dei cittadini e dei lavoratori dell\'intera vallata.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 aprile 2008 - 1246 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino