Montecchio, manifesti PdL imbrattati. D\'Anna: provocazioni che non accettiamo

PdL 1' di lettura Fano 05/04/2008 - \"Una provocazione che non accettiamo ma che denunciamo all\'opinione pubblica e alle autorità competenti\" - questo il commento del Consigliere regionale D\'Anna, candidato al Senato, dopo aver trovato manifesti del PDL imbrattati a Montecchio.

\"Il clima di provocazione che è culminato con i fatti a Pesaro all\'incontro con Giuliano Ferrara, non va sottovalutato ma condannato e represso\" - continua D\'Anna- Non è concepibile che ci sia chi cerca di impedire ad altri di esprimere le proprie idee coprendo i manifesti con insulti o cercando d\'impedire incontri pubblici\".


\"La paura di perdere le elezioni spinge alcuni ad utilizzare la provocazione violenta piuttosto che un confronto su idee e programmi.\"


\"A Belforte all\'Isauro - dopo un tour in camper nell\'entroterra - dove ci siamo recati insieme ad Alessandro Bettini, anch\'egli candidato al Senato - prosegue D\'Anna - abbiamo trovato decine di persone pronte ad ascoltare le nostre idee e i nostri programmi, un\'accoglienza numerosa ed attenta che ci fa capire che alla gente interessano i contenuti e non le \"cagnare\" di strada, alle quali rispondiamo con la forza delle nostre idee e programmi\".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 aprile 2008 - 803 letture

In questo articolo si parla di





logoEV