I Circoscrizione, assemblea infuocata: Gabbianelli abbandona il dibattito

Fabio Gabbianelli 3' di lettura Fano 05/04/2008 - \"Questa riunione è demagogica\" con queste parole l\'Assessore alla viabilità e al traffico Fabio Gabbianelli lascia la sala del consiglio comunale e abbandona l\'assemblea ancora in corso della Prima circoscrizione sulla pedonalizzazione del centro storico.


\"I problemi che la giunta di adesso deve affrontare nascono da quarant\'anni di inefficienza delle amministrazioni precedenti in cui non si è mai costruita una strada e che hanno portato Fano ad essere una città senza le infrastrutture necessarie ad affrontare un grande carico di traffico\".


E in effetti i problemi sollevati in questa assemblea voluta dai cittadini sono stati davvero tanti.

Si parla dell\'eccessivo numero di auto nelle vie del centro storico che spesso sfiorano i monumenti, della sicurezza di queste strade per i pedoni, delle difficoltà che incontrano i ciclisti e della discussa riorganizzazione del tratto di Via Roma recentemente riasfaltato e ora al centro di mille polemiche.


L\'unico punto su cui sembrano convergere cittadini, associazioni ambientaliste, Confcommercio e assessori presenti è l\'effettiva abbondanza di parcheggi in centro e nelle zone satellite. \"


La presenza a sufficienza di posti auto deve agevolare l\' immediata e totale pedonalizzazione\", così si esprime Claudio Orazi della associazione \"Lupus in Fabula\".

Anche Luca Stefanelli del PD è d\'accordo: \"La città non può più aspettare, il nostro schieramento si impegna, qualora non venisse realizzata un\'isola pedonale da questa giunta, di farla diventare uno dei punti fermi del proprio programma per le amministrative\".


\"Prima di questo risultato bisognerebbe procedere alla riqualificazione delle zone del centro come è avvenuto per alcune strade di Pesaro\" ribatte la rappresentante di Confcommercio Ilva Sartini.

Anche Gianluca Patrignani dell\'associazione \"Terra di nessuno\" ricorda gli esempi delle città vicine dove la tendenza è sempre più quella del decentramento del traffico urbano: \"E\' fondamentale, perché ciò sia realizzabile, offrire piste ciclabili e passaggi pedonali sicuri. Il blocco di un dialogo tra amministrazione, associazioni e cittadini è un serio problema, bisognerebbe procedere verso una progettazione partecipata seria.


Un esempio di questo \"dialogo tra sordi\" è il punto critico costituito dal tratto di Via Roma: il passaggio ai ciclisti è impedito dai parcheggi, per ricavare pochi posti sul lato Pesaro della via si è proceduto ad una riduzione dello spazio disponibile al passaggio. L\'amministrazione in questo caso ha ascoltato soltanto le ragioni dei commercianti\".


A questa denuncia risponde l\'Assessore ai lavori pubblici Marco Paolini premettendo che la sistemazione del tratto è nato esclusivamente come intervento minimo, con il solo intento di rimediare alla tante buche presenti, poi \"per motivi tecnici sono occorsi dei mutamenti come i posti parcheggio davanti agli esercizi commerciali\".


A tale dichiarazione alcuni cittadini presenti si scaldano: \"I parcheggi sono occupati dalle auto degli esercenti\" è il polemico commento \"la scelta di porre parcheggi in quella posizione ha motivazioni più politiche che tecniche\".








Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 aprile 2008 - 1075 letture

In questo articolo si parla di politica, Elena Serrano, fabio gabbianelli





logoEV