Famiglie in difficoltà: una precisazione dell\'assessore Del Vecchio

Davide Del Vecchio 2' di lettura Fano 02/04/2008 - In data 28/03 viene pubblicato un articolo di aiuto di una Famiglia Fanese, riguardo una polizza assicurativa, il sig. EV dichiara quanto segue : \"più volte si è rivolto ai servizi Sociali del Comune, senza tuttavia ottenere alcun aiuto, nè si arrischia a fare riferimento alla Fondazione Fano Solidale, perchè al momento non sa come fare a restituire un eventuale prestito.\"

A tale proposito, vorrei fornire alcuni elementi utili per valutare la specifica situazione.

La famiglia di E.V. è seguita da questi Servizi Sociali dal 1999 con interventi di aiuto economico una tantum e con Servizi, quali il servizio di assistenza domiciliare ed il servizio di Integrazione scolastica a favore della figlia minore disabile, tuttora erogati.

In passato il nucleo ha beneficiato del servizio di trasporto e, a favore della primogenita, sono stati attivati diversi interventi, quali, inserimento presso il Centro Diurno per adolescenti (retta a carico del Comune); successivamente di assistenza domiciliare per aiuto nello svolgimento dei compiti scolastici ed infine la Borsa Lavoro.


La famiglia è stata invitata, con convocazione scritta, a presentarsi il giorno 26/03/08 per definire il progetto di aiuto, comprendente anche l\'erogazione del contributo economico per il primo semestre 2008. Ma inspiegabilmente, non si è presentata, anche dopo solleciti telefonici.


Tutti gli interventi che sono attivati hanno comportato una presa in carico complessiva del nucleo Famigliare ed un lavoro di rete con i Servizi presenti nel territorio (UMEA, UMEE, Provincia ecc.).


Il Servizio Sociale Professionale è un Servizio di aiuto, che lavora presso l\'Ente Pubblico e che ha funzioni di aiutare il singolo cittadino e/o la famiglia a rimuovere stati di bisogno, utilizzando le risorse secondo l\'ordine riportato:


1. della persona,

2. della famiglia

3. dell\'Istituzione.


Il contributo economico è una risorsa istituzionale oltre all\'Assistenza Domiciliare e all\'Ass.za Scolastica.

L\'istituzione Comunale è sempre aperta e disponibile alle domande di aiuto ma la famiglia a sua volta, deve fare la sua parte per uscire dallo stato di bisogno, seguendo i percorsi di integrazione ed inclusione sociale, redatti dalle assistenti sociali.


da Davide Delvecchio
Assessore Servizi Sociali Comune di Fano
Segretario Comitato Comunale UDC

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 aprile 2008 - 1007 letture

In questo articolo si parla di politica, comune di fano, Davide Del Vecchio, assessore servizi sociali, davide del vacchio





logoEV