SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Diotallevi: troppi gli stranieri residenti a Mondolfo

3' di lettura
972

immigrati

\"Sono ormai quasi 1000 gli stranieri residenti nel Comune di Mondolfo, senza considerare gli irregolari. Il dato emerge dal bilancio demografico stilato dal personale dell\'ufficio Anagrafe. In dodici mesi (dall\'1/1/2007 al 31/12/2007), il totale della popolazione straniera è passato da 790 a 920 su un totale di 11.760 residenti\".




Una popolazione contrassegnata sempre più dalla multietnicità: sono 47 le comunità straniere presenti, al 31 dicembre 2007, nel Comune di Mondolfo. Tra queste, spicca la preponderanza degli immigrati albanesi (164), seguiti da senegalesi (136), marocchini (116), romeni (86), cinesi (72), e poi, via via diminuendo, da tante altre parti del mondo.

I numeri parlano chiaro e purtroppo occorre constatare che c\'è una relazione diretta tra questi dati ed il notevole incremento dei fenomeni delinquenziali quali appunto furti, rapine e spaccio di droga.

La nostra non vuole essere assolutamente una posizione di discriminazione razziale o xenofoba, ma nasce da una semplice constatazione della realtà che i cittadini di Marotta e Mondolfo vivono sulla propria pelle e che denunciano tutti i giorni. Nel nostro territorio non si vive più serenamente.


Le istituzioni locali, non devono sonnecchiare, ma devono intervenire subito facendo pressione anche a livello nazionale per far approvare leggi chiare e rigorose (certo non come il decreto recentemente varato dal Governo Prodi): integrazione piena per chi lavora, certezza e severità della pena per chi delinque, senza sconti.
Senza dimenticare che bisogna stanziare più fondi per le forze dell\'ordine. Tutte le istituzioni (anche il Comune di Mondolfo) si devono adoperare fattivamente per chiedere con forza un incremento degli uomini in dotazione alle locali caserme dei Carabinieri: questi uomini, è bene ricordarlo con sincera gratitudine, operano brillantemente nel nostro territorio, nonostante le carenze di organico.


In concreto, come forza di opposizione, stiamo definendo un pacchetto di proposte serie e concrete che presenteremo nelle prossime settimane in Consiglio Comunale.
La prima di queste prevede che venga concessa la residenza ai cittadini stranieri che dimostrino di disporre di idoneo alloggio e di un reddito annuo, proveniente da fonti lecite, di importo superiore al livello minimo previsto dalla legge per l\'esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria (circa 5.000 euro all\'anno).


La seconda proposta è quella di installare un sistema di videosorveglianza per monitorare i punti più a rischio del Comune, utilizzando i fondi regionali ed europei (praticamente a costo zero). Siamo sicuri che i cittadini sono disposti molto volentieri a rinunciare ad un po\' di privacy per ottenere maggiore sicurezza.


Infine proponiamo di inserire tra i requisiti essenziali per l\'assegnazione degli alloggi popolari e per l\'accesso a tutti gli altri servizi erogati dal Comune, l\'essere cittadino italiano o di uno dei Paesi UE, o extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno, che risiedono o lavorano in Italia da almeno 10 anni ininterrotti precedenti alla data della domanda e la cui situazione economica non sia superiore come ISEE-erp a 14.000,00 euro.




immigrati

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 marzo 2008 - 972 letture