x

\"Nuovi studi fanesi\": all\'Istituto Olivetti la presentazione dell\'ultimo numero

Biblioteca| 3' di lettura Fano 06/03/2008 - Venerdì 7 marzo 2008 alle ore 10.30 nell\'aula magna dell\'Istituto Olivetti, verrà presentato l\'ultimo numero di \"Nuovi Studi Fanesi\" (n. 21 2007). Presenteranno il volume Stefano Aguzzi, sindaco di Fano e assessore alla Cultura, Claudio Giardini, dirigente del Settore Cultura del Comune, Franco Battistelli, direttore di \"Nuovi Studi Fanesi\", e Guido Ugolini, storico dell\'arte.



La rivista è pubblicata dal 1986 dalla Biblioteca Federiciana di Fano e tratta argomenti storico culturali riguardanti la città e territori limitrofi e raccoglie, tra l\'altro, saggi, inediti della sezione manoscritti, bollettini sulle attività e sulle nuove acquisizioni della Biblioteca. Il volume di complessive 261 pagine è rinnovato dal punto di vista grafico e dopo la presentazione verrà posto in vendita nelle librerie fanesi e nella Biblioteca Federiciana al prezzo di 10 euro.


Il numero del 2007 si presenta, quindi, con novità di forma ma anche di contenuto. Innanzitutto, come si diceva, veste grafica e tipografica rinnovate sia nella copertina che nella struttura interna del volume che ha impaginazione e caratteri differenti.
La trasformazione è una diretta conseguenza dell\'ampliamento del comitato scientifico che ai cinque componenti storici - Franco Battistelli direttore della rivista, Antonio Glauco Casanova, Giuseppina Tombari Boiani, Daniele Diotallevi e Marco Ferri direttore della Biblioteca Federiciana - ha aggiunto Maria Pia Vecchione, Gianni Volpe, Valeria Purcaro e Samuele Giombi.


Per la prima volta poi, come annunciato nella presentazione dello scorso numero, il comitato è stato affiancato da una redazione di tre giovani esperti e studiosi che lavorano all\'interno delle strutture culturali cittadine, Biblioteca e Ufficio Cultura: Massimo Bonifazi, Claudia Cardinali e Claudio Paolinelli.


L\'ampliamento della redazione ha portato un maggiore contributo alla rivista che conta una quindicina di saggi su Fano e dintorni con particolare attenzione alle fonti provenienti dalla stessa Federiciana che costituisce un patrimonio bibliografico tra i più preziosi della regione. Sedici scritti di carattere storico letterario che indagano su personaggi, luoghi e avvenimenti del passato più o meno recente:


Le monete romane del Museo di Fano: dalla Repubblica al I sec. d.C. di Flavia Casillo; Amoroso ardore del dragoncino da Fano.
Etiam la prodica vita di Lippotopo di Anna Silvia Brescia; Il fregio di Palazzo De\' Petrucci a Fano di Guido Ugolini; Francesco Gasparoli: un erudito fanese del XVII secolo di Massimo Bonifazi; Testimonianza a Fano di classificazione botanica linneana in un manuale di viaggio di Emanuela Camiletti; Patriottismo e omonimia nel 1849 di Marco Severini; Vicende della Schola di San Michele o Conservatorio degli Esposti di Giovanni Pelosi; Analisi preliminare sullo studio microclimatico e ambientale in relazione alla conservazione delle opere esposte alla pinacoteca del Palazzo Malatestiano di Fano di Maria Letizia Andreazzo e Maria Letizia Amadori;


Quando per una pallonata si scomodarono potenti signori di Aldo Enzo Darvini; Identità e simboli nella ceramica fanese di Giuseppe Papagni; Una cinquecentina fanese misconosciuta di Franco Longoni; Guerrieri o Cantarini? La Visitazione della parrocchiale di Serrungarina di Piergiorgio Sanchioni; Note su un inedito \"S. Francesco\" di Ciro Ferri di Franco Battistelli; Ceccariniana. Intorno alla pittura di nature morte di Sebastiano Ceccarini e bottega di Claudio Giardini; Note sul restaurato modello ligneo di Palazzo Montevecchio in Fano di Claudio Paolinelli; Intervista ad Antonio Glauco Casanova: Giuseppe Saragat, Luciano Anselmi, un sabato pomeriggio a «La Giustizia» di Franca Mancinelli.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 marzo 2008 - 1367 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, comune di fano





logoEV
logoEV