“Da Pescara, portando la nostra solidarietà ai colleghi che si sono trovati a far fronte in condizioni proibitive e senza alcun sostegno all’emergenza neve, tutti noi presidenti di Provincia del centro Italia abbiamo chiesto al Governo di smettere di temporeggiare. E’ necessario tornare a destinare ai servizi essenziali le risorse necessarie e questo va fatto subito, con strumenti di estrema urgenza”.


I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Fano hanno tratto in arresto un macedone domiciliato ad Urbania responsabile di diversi furti all’Auchan.


“Ad accoglierci, oggi, è il centro storico di Mondolfo”. Così sabato 21 gennaio 2017 la giornalista Barbara Marini ha aperto, in diretta da Mondolfo, il servizio andato in onda alle ore 14 su Rai 3.


Sarà la Presidenza del Consiglio, venerdì 27 gennaio in occasione della celebrazione della “Giornata delle Memoria” ad incontrare a nome dell’Amministrazione Comunale di Mondolfo, le dirigenti dei due Istituti Comprensivi, “E. Fermi” (ore 9.00) e “Faà di Bruno” (ore 10.15) a cui verranno donati dei libri sulla Shoah e sulle Foibe da mettere a disposizione delle rispettive biblioteche scolastiche.


Domenica 29 gennaio 2017, alle ore 17:30, presso la Sala consiliare “Filippo Montesi” di San Costanzo verrà presentato il volume “IL PAESE IN POSA – Gli studi fotografici e la rappresentazione dei sentimenti (1880-1960)” di Paolo Sorcinelli e Paolo Alfieri.



Oltre un mese di eventi, mercatini, musica, proposte artistiche e culturali e tanto altro. Il Natale Più, che è appena terminato, mai come quest’anno ha invaso tutta la città. Sono 3 anni che è partito il progetto “Il Natale Più” un cammino che oggi rende la città di Fano attraente, viva e vivibile per ben 40 giorni continuativi.


Solita confusione a marchio PD...tant'è che per la riqualificazione del centro non si riescono a mettere d'accordo nemmeno tra segretario del partito e capogruppo in consiglio comunale. Sicuramente un centro storico pedonalizzato è simbolo di una città a vocazione turistica e sarebbe ben accetto da tanti cittadini... il problema è che Fano non lo è!!


“Aset Spa è stata inserita all’interno di un progetto europeo di ricerca dedicato alla gestione delle acque reflue e all’ottimizzazione dei depuratori cittadini, insieme a istituzioni pubbliche, aziende e centri di ricerca di fama internazionale”.


La prima vera prova di lealtà verso i commercianti della nostra città, questa amministrazione la diede quando allora all’opposizione si adoperò per far bloccare il piano di “Ri-dimensionamento scolastico” della giunta Aguzzi, che prevedeva la chiusura della “Padalino” e la vendita del “Sant’ Arcangelo” per farne appartamenti con conseguente spopolamento del centro storico che sarebbe diventato un quartiere dormitorio.