...

Non se ne trovano più, e per questo hanno assunto un certo valore. Oppure i tre ladri finiti in manette l’altra notte soffrono di ipocondria. Sta di fatto che tra la loro refurtiva c’erano anche alcune delle famose mascherine andate – letteralmente – a ruba per la psicosi da coronavirus. Ma, soprattutto, tra gli oggetti rinvenuti c’erano anche diversi computer portatili – per un valore complessivo di circa 10mila euro -, contanti e una buona scorta di bibite e merendine.


...

“Sono molto soddisfatto della risposta che ho ricevuto dal Ministero dell’Interno riguardo l’interrogazione che presentai alcuni mesi fa sulla situazione numerica dell’organico del Commissariato di P.S. di Fano” dichiara il deputato del Movimento 5 stelle Roberto Rossini.


...

Rubavano nelle auto in sosta, possibilmente in quelle di chi - magari per lavoro – è “costretto” a viaggiare con della tecnologia di valore. Computer portatili, tablet, cellulari, persino cuffiette wireless: era questa la refurtiva prediletta dei due ladri seriali di origine campana acciuffati nei giorni scorsi dalla polizia di Fano. Volti già noti, e che prendevano di mira le vetture parcheggiate in zona strategiche come FanoCenter e Sassonia. Arrivando ad accumulare una refurtiva di oltre 10mila euro. E in soli due giorni.


...

È entrato nel ristorante giapponese in cui lavorava, e si è messo a rompere bicchieri scagliandoli a terra. Così si è ferito a una mano, poi è finito in un negozio di vestiti lì vicino, ha sporcato col sangue alcuni giubbotti e ne ha rubato uno. Fino all’arrivo della polizia. L’uomo – visibilmente ubriaco – ha persino scagliato una sedia contro un agente. Ferendolo.