...

Sembrano lontani anni luce i numeri confortanti di appena alcuni giorni fa. Cifre che lasciavano trapelare che i cittadini della provincia di Pesaro e Urbino avessero compreso la stringente esigenza di rispettare le restrizioni vigenti in merito all’allontanamento da casa, misure cardine nella lotta al coronavirus. Invece no.


...

Fino a mercoledì scorso, nella provincia di Pesaro e Urbino, di persone in giro senza un valido motivo se ne beccavano anche una trentina in un solo giorno. Giovedì un netto cambio di rotta: all’improvviso, nell’intera giornata, non è stata emessa nemmeno una sanzione a carico di eventuali persone allontanatesi da casa senza una ragione. Venerdì, invece, forze dell’ordine e forze armate ne hanno pizzicate 5. Davvero poche rispetto al periodo immediatamente precedente. Poi i dati di sabato, quando sono state emessi ben 20 verbali per allontanamenti vietati a causa del coronavirus.





...

Anche il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Giuseppe Paolini raccoglie l’invito del presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforeli, fatto proprio dai presidenti nazionali Upi Michele de Pascale e Anci Antonio Decaro, di esporre il 31 marzo le bandiere della Provincia a mezz’asta in segno di lutto per i tanti morti nell’emergenza Coronavirus.


...

Per una volta nessun ‘passeggiatore’ fuori posto. E – come spesso accade, per fortuna – non sono state riscontrate irregolarità nemmeno tra le attività commerciali. Quella di giovedì è stata dunque un’altra giornata densa di controlli relativi alle restrizioni imposte per il coronavirus, ma questa volta gli abitanti della provincia di Pesaro e Urbino si sono mostrati ligi e impeccabili. Ed era tutt’altro che scontato.


...

Si ferma l’attività degli sportivi ma non la loro generosità. In una sola settimana, infatti, atleti, tesserati e società sportive affiliate al Csi Pesaro-Urbino (sede in Fano) hanno risposto all’appello del presidente Marco Pagnetti e la somma raccolta in favore di Marche Nord è già di 1.500 euro. A collaborare con l’ente in questa lodevole iniziativa è Omphalos, da sempre insieme al Csi per iniziative sociali e di sensibilizzazione, che ha contribuito con un cospicuo versamento.


...

“L‘epidemia da coronavirus ed i necessari provvedimenti dalle Autorità ci hanno costretto a rivedere la nostra programmazione di iniziative ed eventi finalizzati allo sviluppo economico e turistico del territorio“. Amerigo Varotti, Direttore generale di Confcommercio Marche Nord è, nonostante tutto, fiducioso.



...

Calano i nuovi contagi nella provincia di Pesaro e Urbino, ma non l’attenzione delle forze dell’ordine verso chi esce di casa senza una ragione essenziale. Sono stati quasi mille – 993, per l’esattezza - i controlli eseguiti nella giornata di mercoledì lungo tutto il territorio provinciale. E – ancora una volta – si registrano diverse denunce: ben 30.


...

Ogni giorno un bollettino. Ogni giorno i numeri di chi si sporca la fedina penale perché non rispetta le restrizioni dovute all’emergenza coronavirus. Cifre che evidentemente non spaventano quanto dovrebbero, perché le denunce continuano comunque ad aumentare. Soltanto martedì - nella provincia di Pesaro e Urbino - sono infatti finite nei guai altre 31 persone per essersi allontanate da casa per ragioni non essenziali.


...

Non stavano rispettando le prescrizioni del governo dovute all’emergenza coronavirus, così sono stati temporaneamente chiusi. Sono due esercizi commerciali della provincia di Pesaro e Urbino, scoperti nei giorni scorsi dalle forze dell’ordine a non osservare le restrizioni vigenti. Intanto prosegue imperterrita la caccia ai passeggiatori: soltanto lunedì ne sono stati denunciati altri 35 in tutto il territorio provinciale.



...

Le foto di Fano pubblicate sulla pagina Facebook del sindaco Massimo Seri mostrano una città deserta. Sono la prova di una domenica in cui, verosimilmente, i cittadini sembrano aver rispettato le restrizioni vigenti in merito agli spostamenti imposte a causa della proliferazione del coronavirus (qui gli ultimi numeri sul contagio). Eppure i dati provinciali parlano di tutt’altro scenario.


...

Proseguono a tappeti i controlli da parte delle forze dell’ordine, nel tentativo di mettere un freno all’egoismo e all’ignoranza di chi ancora si allontana da casa violando il decreto Conte. Purtroppo, però, proseguono imperterrite pure le violazioni, nonostante l’emergenza coronavirus sia ben lungi dal concludersi.


...

Ancora troppi i trasgressori in strada. Ma i ‘furbetti della passeggiata’ devono tenersi pronti, perché sono in arrivo nuove restrizioni. Intanto, in virtù di quelle già in vigore, sono state 17 le violazioni contestate nella sola giornata di giovedì 19 marzo nella provincia di Pesaro e Urbino, a fronte degli 877 controlli effettuati. Un dato preoccupante che si somma ai numeri ancora più inquietanti dei giorni precedenti.


...

La quarantena è una dura prova per tutti. Ma una cosa va sempre ricordata: il nostro ‘sacrificio’ non è assolutamente nulla in confronto a ciò che stanno passando tante altre persone. In primis i malati, ma anche chi sta lottando per la loro vita, al netto di tutte le altre categorie professionali che continuano a rimanere operativi per il bene di tutti. Medici e infermieri, però, sono davvero in prima linea in questa tremenda battaglia contro il coronavirus. Dopo il racconto di Letizia Pietrini, vi riportiamo le parole di un’altra infermiera. Martina Turiani è una fanese in servizio all’ospedale San Salvatore di Pesaro, lì dove davvero si vive in trincea contro il Covid-19, tra turni massacranti e camici intrisi di sudore. Questa è la sua preziosa testimonianza, pubblicata giovedì sul suo profilo Facebook.



...

Meno controlli, ma più denunce. È l’amaro bottino di un’altra giornata spesa dalle forze dell’ordine a combattere contro l’egoismo e l’ignoranza di alcuni cittadini della provincia di Pesaro e Urbino. Soltanto mercoledì, infatti, sono state segnalate 33 persone ‘a spasso’ senza una valida ragione. A questo numero si sommano le 11 contestazioni per violazioni a carico di altrettanti esercizi commerciali.


...

Per contrastare la diffusione del virus Covid-19, la Provincia di Pesaro e Urbino, come altri enti, ha limitato il più possibile la presenza dei dipendenti negli uffici, nel rispetto dei decreti del presidente del Consiglio dei ministri dei giorni scorsi e, da ultimo, del decreto “Cura Italia” del 17 marzo.



...

Sono stati 980 i controlli effettuati martedì nella provincia di Pesaro e Urbino. A questi vanno aggiunti quelli dei giorni precedenti, tra cui i 1140 di lunedì. La ‘morale’ è soltanto una: le forze dell’ordine stanno facendo verifiche a tappeto tra gli ancora troppi ‘ furbetti della passeggiata’ che – nonostante il continuo proliferare del coronavirus - si trovano in strada senza delle reali motivazioni. Soltanto martedì le denunce sono state 16.





...

Letizia Pietrini, fanese doc. Non ha ancora 33 anni, ed è un’infermiera precaria. Detta così sembra l’identikit di una giovane donna qualunque, alle prese con una passione importante e con una certa propensione verso il prossimo. Per di più alle prese con gli annosi problemi del sistema-lavoro. Ma il momento è speciale, e questo fa di lei una persona ancor più speciale. Letizia è uno dei tanti angeli – ma non chiamateli ‘eroi’, non tutti gradiscono – che in questa fase storica così delicata stanno lottando per noi. In questa guerra contro un nemico – visibile ma tangibile – chiamato Covid-19, Letizia si trova in prima linea. Lavora per salvare vite nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Salvatore di Pesaro, dove ora si trovano tutti i pazienti del territorio affetti da coronavirus. Questa è la sua testimonianza. Da parte nostra, i più sentiti ringraziamenti a Letizia e a tutti coloro che stanno lavorando e rischiando per noi.


...

Al momento sono 11 i pazienti affetti da Covid-19 trattati nell’azienda ospedaliera Marche Nord, con il farmaco Tocilizumab, il farmaco per la cura dell’artrite (qui i dettagli, ndr). “Abbiamo lavorato sin da subito per avere questo farmaco - spiega il Direttore della farmacia di Marche Nord Mauro Mancini - e martedì i medici hanno provveduto a somministrarlo ai primi pazienti.


...

Task force di forze dell’ordine nelle strade e tra le attività commerciali della provincia. Proseguono sempre più massivamente i controlli sugli spostamenti delle persone e sulle restrizioni a negozi ed esercizi sulla base dell’ultimo decreto governativo. Polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia stradale, polizia locale e provinciale, ma anche le stesse forze armate: tutti mobilitati per vigilare sull’osservanza delle disposizioni, allo scopo di tutelare la salute pubblica e debellare definitivamente il coronavirus. Controlli che tra venerdì e sabato hanno portato a ben 52 denunce.


...

“Fabbriche aperte o chiuse? Non è una caccia alle streghe su chi ha ragione o torto, ma nella quasi totalità dei casi una valutazione che fa appello alla coscienza”. Lo afferma Mauro Papalini, presidente della territoriale di Pesaro Urbino di Confindustria Marche Nord, anche a seguito dell’accordo sottoscritto a Roma fra Confindustria con le sigle sindacali nella giornata di ieri.



...

La Prefettura di Pesaro e Urbino informa che nella giornata di mercoledì 11 marzo sono stati effettuati nel territorio provinciale 1136 controlli ai fini della verifica dell’osservanza delle disposizioni che vietano gli spostamenti se non per comprovate esigenze lavorative, per situazioni di necessità e per motivi di salute, con 6 segnalazioni all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato prevista dall’art. 650 del Codice Penale.




...

In applicazione delle indicazioni operative emanate dal Ministero della Salute e della regione Marche, finalizzate al massimo contenimento della possibile trasmissione del virus, visto il numero crescente di pazienti respiratori gravi da ricoverare in terapia intensiva e sub intensiva presi in carico dal Presidio Ospedaliero San Salvatore dell’Azienda ospedaliera Marche Nord, temporaneamente, renderà tale presidio quale punto di riferimento per le terapie intensive e in acuzie per la cura dei pazienti con Corona Virus, mentre al presidio Santa Croce di Fano sarà garantita ai pazienti l’attività di emergenza-urgenza e indifferibile per gli utenti no covid-19.



...

“C’è una grande sensibilizzazione da parte di tutti. Sono in tanti che si attivando sotto diversi punti di vista per sostenere l’ospedale. Un sostegno che ci da stimoli per andare avanti in questa emergenza. Per questo voglio ringraziare tutti quelli che nel loro piccolo si stanno attivando.