...

Ci voleva un allenatore di Marotta per riportare la nazionale azzurra a un passo dall’impresa. Ebbene sì, le ragazze di Davide Mazzanti hanno battuto la Cina aggiudicandosi la finale più ambita. Quella del mondiale di volley. Per arrivarci c’è voluto un match poco adatto ai cardiopatici, conclusosi al tie-break al termine di un testa a testa senza fine. Un po’ come il sogno azzurro, che sabato potrebbe realizzarsi davvero.


...

Dagli ultimi minuti di gioco alle parole di un concentratissimo Davide Mazzanti, fino alle grida di gioia del palazzetto di Marotta, la città natale del ct azzurro che si è riunita di fronte al maxischermo per tifare per la nazionale di volley. Tutto questo in tre video che sintetizzano – o perlomeno ci provano – le belle emozioni di una semifinale vinta al fotofinish. In attesa della finalissima di sabato mattina, per la quale l’amministrazione comunale ha riconfermato il maxischermo.


...

Sarà una festa. A Marotta lo sanno bene, ed è tutto pronto per la proiezione dell’attesissima semifinale del mondiale di volley femminile. L’allenatore delle azzurre è nientemeno che Davide Mazzanti, nato e cresciuto proprio a Marotta. Per l’occasione, ci sarà un maxischermo al palazzetto dello sport (qui i dettagli). Appena ne è venuto a conoscenza, lo stesso Mazzanti ha voluto ringraziare l’amministrazione comunale e tutti i marottesi per il sostegno che sta ricevendo.




...

C’è una comunità in fermento. È quella di Marotta, ed è pronta a tifare all’unisono per il suo grande allenatore. Davide Mazzanti è vicino tanto così dal compiere l’impresa. È lui il tecnico che sta regalando alla nazionale di volley femminile un momento d’oro. Venerdì mattina la semifinale del mondiale contro la Cina. L’amministrazione comunale ha già annunciato che verrà installato un maxischermo per l’occasione.




...

Ha avuto una relazione con un uomo sposato. Poi la fine della storia, la sofferenza che ne è conseguita, e la volontà estrema di far tornare quell’amore perduto. Così una 40enne umbra si è rivolta a un “mago”. Che però ha cominciato chiederle sempre più soldi in cambio dei suoi servigi. Fino a maturare una cifra di ben 240mila euro in soli sette mesi.



Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...
Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...
...

Tutta una città impegnata in un abbraccio. Unico, e intenso. Quello che Marotta ha riservato alla famiglia di Alessandro Antonioli, il ragazzo vinto da un malore lo scorso giovedì mentre era al cinema. Ma a vincere davvero, ieri, è stata un’intera comunità, stringendosi intorno ai parenti più stretti di quello che è stato definito un autentico “gigante buono”.


...

Alessandro Antonioli se n’è andato per un problema al cuore. Un’aritmia cardiaca, nei confronti della quale – lo scorso giovedì - non c’è stato niente da fare. Il 24enne di Marotta era al cinema con il suo miglior amico. All’inizio del secondo tempo il malore fatale, di fronte al resto del pubblico presente in sala (qui il racconto di chi c'era). L’autopsia, ora, ha fatto chiarezza sulle effettive cause del decesso.


...

La povertà aumenta, ma c’è chi prova a metterci una pezza. Una delle contromisure, in tal senso, è il cosiddetto reddito di inclusione (REI), che consente alle famiglie di ottenere un beneficio economico mensile e di aderire a un progetto di inclusione sociale e lavorativa. Nel nostro territorio sono 255 le famiglie che hanno già accesso a questi vantaggi. Il bando è aperto dallo scorso dicembre. E – soprattutto – non ha una scadenza.


...

Un ragazzo pieno di buone qualità. Ecco l’immagine che resta di Alessandro Antonioli, stroncato da un malore la scorsa settimana mentre era al cinema. È ciò che emerge dalle parole di chi l’ha conosciuto. A rimarcare i tanti pregi del 24enne di Marotta è stato anche il titolare del locale in cui Alessandro ha lavorato per circa tre anni.



...

Il volontariato di protezione civile, le Istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 13 e 14 ottobre volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.



...

Era appena iniziato il secondo tempo del film. Poi, il dramma. Ha cominciato a sentirsi stanco, a mancargli il respiro. Il tempo di avvisare il suo amico, poi ha perso i sensi. Per sempre. Se n’è andato così il 24enne che giovedì sera, all’Uci Cinemas di Bellocchi di Fano, è stato colpito da un malore fatale.


...

I primi segnali di una strana stanchezza. Poi il respiro che lentamente viene a mancare. Infine, lo svenimento. Alessandro Antonioli – 24 anni di Marotta - non si è più risvegliato. Se n’è andato in pochi istanti, sotto gli occhi increduli degli altri spettatori dell’Uci Cinemas di Bellocchi di Fano, fino a quel momento impegnati nella visione del secondo tempo de “Gli Incredibili 2”. Tra loro c’era anche una giovane mamma. Con lei erano presenti anche i suoi bambini. Ci ha raccontato quei terribili istanti.




...

Era arrivato da poco insieme a sua moglie per far visita ai suoi cari. A un certo punto, mentre stava scendendo le scale del cimitero, ha perso i sensi ed è scivolato. Dopo i primi soccorsi è stata chiamata l’eliambulanza per il trasferimento a Torrette di Ancona.






...

Mondolfo senza pace. Di nuovo i vandali, di nuovo in azione in una zona dall’elevato valore storico. Qualcuno ha infatti preso di mira il binocolo panoramico del castello. Scrivendoci sopra cose indicibili, sia sulla struttura sia sulle lenti. In altre parole: danneggiandolo.




...

Piccoli pezzi che formano un’immagine. In altre parole: mosaici. È un’arte elaborata e affascinante, ora oggetto di una mostra nel complesso monumentale di Sant’Agostino, a Mondolfo. Si chiama “Tessere e frammenti”, è stata inaugurata sabato 22 settembre, e a organizzarla è stata l’associazione Chiaro Scuro. Si tratta di una vera e propria esposizione collettiva. Tra loro anche il fanese Stefano Furlani, famoso in tutto il mondo per i suoi Sassi d’Autore (qui una gallery approfondita). Di seguito alcune foto raffiguranti le opere in mostra e contenenti i dettagli dell’iniziativa.


...

L’associazione Chiaro Scuro presenta a Mondolfo la mostra collettiva del mosaico, “Tessere e frammenti”. Tanti gli artisti ospiti, sia del territorio e non. Un’ occasione, questa, per mettere a conoscenza delle diverse tecniche di mosaico e la loro realizzazione, una condivisione umile e piacevole.




...

Un semaforo rosso non visto, poi il panico. Un automobilista è rimasto intrappolato tra le due sbarre del passaggio a livello di Marotta. Terrorizzato all'idea che potesse sopraggiungere un treno, ha sfondato la sbarra di fronte a sé. Un gesto frutto della disperazione. Per il quale, però, è prevista una sanzione.



...

Marotta piange la scomparsa di una ragazza che se n’è andata davvero troppo presto. All’improvviso. Mentre stava dormendo. A piangere sono soprattutto i familiari, gli amici e i colleghi che hanno avuto il piacere di condividere con Daniela Leporoni momenti di svago o di lavoro. Tutti insieme potranno salutarla come si deve, durante i funerali che si terranno giovedì 13 settembre.