...

Ha trovato una porta semiaperta, così ne ha approfittato. Ha oltrepassato l’area riservata agli utenti ed è entrato negli uffici del Comune, nel tentativo di arraffare il portafogli di una delle impiegate. Le quale, però, si è ribellata, e ha purtroppo dovuto pagare il prezzo del suo coraggio. La donna è infatti stata aggredita, ed è finita in ospedale.


...

Stava allungando le mani sul classico distributore automatico. Erano circa le 4 30 di notte, tra domenica e lunedì, e il suo intento non era quello di farsi una bibita. Stava provando, piuttosto, a scassinare la macchinetta per rubare i soldi presenti al suo interno. Sorpreso dalla vigilanza privata, se l’è poi data a gambe, dando così il via a un vero e proprio inseguimento.


...

Una Punto nera lungo la statale, con dentro tre persone. Sono due uomini e una donna, e fin qui niente di speciale. Peccato che l’auto sia considerata sospetta per via di un’indagine su alcuni furti nelle abitazioni, e che la polizia, all’improvviso, in un pomeriggio di luglio, la rintracci. Da lì un inseguimento che si è fatto pure pericoloso. I presunti ladri, durante la fuga, hanno urtato un ragazzino in bicicletta. Che è caduto ed è rimasto ferito.





...

Sono saliti sul tetto, l’hanno perforato, poi sono entrati. Una volta dentro hanno sabotato l’allarme e coperto con dei cartoni il suono della sirena che è comunque scattata. Tutto dimostra che sono dei veri professionisti – forse addirittura dei “mercenari” su commissione – i ladri che hanno preso d’assalto il magazzino di Calcinelli di Colli al Metauro della cantina Lucarelli, importante marchio che produce diversi vini di qualità.


...

Lo sportello riempito col gas e la telecamera messa fuori uso. Sembravano non aver lasciato niente al caso i malviventi che nella notte tra sabato e domenica hanno preso di mira il bancomat di via Campanella, all’ingresso del Codma di Rosciano. “Sembravano”, sì. Perché la cassaforte ha resistito, e i ladri se ne sono andati a mani vuote.



...

Non è facile pensare che si sia trattato di un semplice furto. Anche perché nessuno si prenderebbe la briga di smontare sportelli, cofano e specchietti di un’auto soltanto per i pochi spiccioli presenti nel bauletto. E lascia di certo riflettere il fatto che la vettura appartenga a Gianluca Cespuglio, persona molto in vista a Fano, soprattutto per la sua recente candidatura al consiglio comunale nella lista Noi Città, a favore di Massimo Seri.


Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...
Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...






...

Sono almeno sette i colpi messi a segno dalla banda individuata dai carabinieri di Fano. Erano “soliti” far saltare gli sportelli bancomat con dell’esplosivo, di cui erano abbondantemente in possesso. Si chiama “tecnica della marmotta”, e i criminali in questione hanno dimostrato di essere dei veri professionisti in materia. Ora i due custodi della banda sono stati arrestati.











...

Ladri di biciclette, ma anche di prosciutti e formaggi. È stata una notte agitata quella che ha vissuto Marotta tra mercoledì e giovedì. Alcuni malviventi hanno prima tentato di forzare l’ingresso del Forno Gramaccioni, poi sono riusciti a entrare nella vicina macelleria, e hanno portato via soldi e generi alimentari. Ma la vera sorpresa sta nell’aver trovato il portone della sede della polizia locale di Marotta visibilmente danneggiato. I ladri hanno cercato di entrare anche lì.



...

Tanti soldi, forse troppi. Ben 13mila euro, la maggior parte dei quali chiusi in una cassaforte a doppia mandata, il resto in giro per casa. Una bella somma per un pensionato di 74 anni come Sesto Grilli, trovato legato e privo di vita in casa sua a San Lorenzo in Campo. Oggi l'autopsia, ma intanto s'indaga proprio a partire da questi soldi, oltre che dai nomi trovati sulle fotocopie di alcune cambiali.




...

Erano in due. E mentre uno di loro teneva madre e figli sotto scacco, l’altro era impegnato a “ripulire” la villetta. L’abitazione in questione si trova in via Giuglini, non lontano dall’ospedale fanese. Qui sono andati in scena quindici minuti di paura, dopo che due malviventi a volto scoperto si sono introdotti e hanno aperto una cassaforte con un frollino.