...

Un tempo c’erano le cartoline, le calamite, le barchette e le tazzine con sopra la scritta “Fano”. A dire il vero ci sono ancora, ma oggi le idee per un souvenir si sono moltiplicate. Chi vuole portarsi a casa un ricordo della Città della Fortuna può ad esempio procurarsi una copia di “Fano e la Valle del Metauro. Vini spiriti e storie maledette”, un libro che raccoglie dieci racconti gialli scritti da autori fanesi, ambientati tra le vie fanesi e che citano ogni volta piatti e vini della tradizione. Ovviamente fanese.