...

Una storia lunga almeno dieci anni. Poi la fine, lei che si rifà una vita con un altro ragazzo, lui che non lo accetta. Così – dopo settimane di messaggi sempre più preoccupanti – ha preso una tanica di benzina e ha raggiunto la casa del nuovo fidanzato della sua ex. Infine la rissa, l’arresto del ragazzo. E la parte più inquietante: la tanica c’era davvero. È stata trovata dai carabinieri in un campo non molto lontano al luogo della colluttazione.




...

Forse a qualcuno ha dato fastidio quella sosta prolungata per giorni. O magari – chissà - si è trattato “soltanto” di un atto vandalico. Di certo ha provato rabbia il 53enne che all’inizio della scorsa settimana si è ritrovato con l’auto danneggiata da una secchiata d’acido.


...

Vogliamo rinnovare la nostra stima nei confronti dell’Arma dei Carabinieri ringraziandoli a nome di tutti i componenti della Nuova Fano. Con la loro indubbia professionalità e dedizione hanno brillantemente contrastato e bloccato l’inserimento a macchia d’olio di una forma di criminalità dannosa e pericolosa soprattutto per i nostri figli che frequentano gli ambienti della movida dove purtroppo si corre il rischio maggiore di incappare in coloro che propongono tali sostanze stupefacenti.


...

“Abbiamo ricevuto ordine di spaccarti la faccia e di tagliarti”. Avevano esordito così i due picchiatori incaricati di pestare un cliente in ritardo con i pagamenti. E che poi erano passati davvero ai fatti. Basta questo per spiegare la pericolosità delle sei persone arrestate dalla compagnia dei carabinieri di Fano insieme ai “colleghi” di Colli al Metauro e Fossombrone. Il nome dell’operazione? “Prius”, diretta emanazione di “Circoli Viziosi” e “Pitbull”. Al centro sempre la stessa figura. Quella di L.L., lo skinhead mandante dei picchiatori, ai vertici di un complesso e proficuo sistema di spaccio capace di far girare circa un etto di cocaina a settimana, per un incasso fino a 8mila euro.




...

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Fano e della stazione di Colli al Metauro hanno arrestato, nel comune di Vallefoglia, K.S., 24enne ispettore incaricato dell’Agenzia delle Dogane, mentre intascava una mazzetta da 2.000 euro dal dirigente di un’azienda del locale comparto industriale per sistemare un controllo che, a dire dell’incaricato del pubblico servizio, aveva fatto emergere diverse irregolarità di natura fiscale.



...

I carabinieri dell’aliquota Radiomobile della compagnia di Fano lunedì notte hanno arrestato in una traversa di viale Adriatico per tentato furto in appartamento I.S., un 40enne di origini brindisine, senza fissa dimora ed occupazione, nonché gravato da plurimi precedenti penali per reati contro il patrimonio e lo spaccio di stupefacenti.


Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...
Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...

...

A distanza di poco più di due settimane, i Carabinieri della Stazione di Colli al Metauro hanno identificato gli autori del furto e del danneggiamento della statuina della Madonna con Bambino, trafugata la notte di Pasqua da un’edicola votiva di Saltara e poi ritrovata, fatta a pezzi, dal parroco di Calcinelli nella piazza Pio Franchi de’ Cavalieri dell’adiacente parrocchia.


...

Sono almeno sette i colpi messi a segno dalla banda individuata dai carabinieri di Fano. Erano “soliti” far saltare gli sportelli bancomat con dell’esplosivo, di cui erano abbondantemente in possesso. Si chiama “tecnica della marmotta”, e i criminali in questione hanno dimostrato di essere dei veri professionisti in materia. Ora i due custodi della banda sono stati arrestati.










...

Aggressione a una capotreno da un viaggiatore sprovvisto di biglietto. E’ successo l’altra sera sul convoglio regionale in viaggio tra Ancona e Rimini. Sulla tratta che porta alla stazione di Fano, una giovane capotreno ha chiesto di esibire il biglietto ad un uomo straniero, che in risposta l’ha dapprima insultata e minacciata, arrivando a strattonarla violentemente nel tentativo di eludere il controllo.