...

A livello provinciale i gestori Aset, MMS con l’accordo di ATO 1 Marche Nord si stanno muovendo per cancellare le regole attuali del 2010 che, fino ad un ammontare di 3.600 mc, impediscono loro di emettere fattura sulle dispersioni involontarie di acqua nel terreno, le cosiddette “perdite occulte”. Cercano di farlo proponendo, in sostituzione, un Fondo autoassicurativo, pagato dai cittadini, che consentirà ai gestori di fatturare l’acqua andata dispersa, e quindi di fare utili su tali perdite. Maggiori guadagni ai gestori e meno incentivi a combattere le perdite dei cittadini che gradirebbero invece segnalazioni tempestive delle loro perdite grazie a strumenti che oggi esistono come il telecontrollo. Del tutto criticabili poi le modalità realizzative.