...

Due boati, poi le fiamme. Sabato mattina, poco prima delle 5, un’auto è andata completamente a fuoco. La vettura – un’Audi Q5 – apparteneva a un noto medico ed ecografo di Fano: Carlo Amodio. Momenti di sgomento, dunque, nella prima mattinata in zona Flaminio. L’auto si trovava sotto il porticato della casa di Amodio, proprio nel residence Flaminio, nei pressi di via Gozzi. Dopo i due boati, l’auto è stata completamente avvolta dalle fiamme.



...

Un diario virtuale trasformato in qualcosa di molto più drammatico. Tra una foto della Juve e uno scatto tra amici, spicca ora una costellazione di messaggi di addio e di emoticons che comunicano tristezza. Il profilo Facebook di Andrea Borgogelli - il 40enne scomparso martedì nel rogo della sua auto – si è presto trasformato nel “muro” del cordoglio e dei ricordi. In attesa che si faccia chiarezza sulla dinamica di questa tragedia - l’autopsia è prevista per venerdì - vi riportiamo alcuni messaggi apparsi sui social in memoria (e in onore) di “Borgo”. È così che veniva chiamato da chi lo amava.


...

Il quartiere San Lazzaro piange ancora oggi il suo amico “Borgo”. Ed è tutta Fano a stringersi in questo abbraccio fraterno e così doloroso. Erano tanti gli amici di Andrea Borgogelli, il non ancora 41enne morto martedì all’interno del suo Maggiolone, in A14. Un rogo improvviso all’altezza di Misano, il tettino in tela che favorisce le fiamme. E poi lui, papà di due gemelle, che riesce appena ad accostare. Infine la tragedia, la cui dinamica è ancora da chiarire.