...

Quando una passione ti salva la vita. O perlomeno ti evita il peggio. Ti fa respirare, nonostante intorno ci siano soltanto odio, sfruttamento. Guerra. A Dario Longarini è andata proprio così. Durante il secondo conflitto mondiale è stato deportato dai nazisti. L'avevano costretto a spaccarsi la schiena nei campi di lavoro. Ma era troppo bravo a utilizzare ago e filo: lasciarlo lì sarebbe stato un peccato. Per questo è stato trasferito a cucire divise per gli ufficiali delle SS. Ed è soltanto un frammento della sua lunga storia, di lui che era l'ultimo dei deportati ancora in vita in tutta la provincia, e che se n'è andato appena un giorno fa.




...

Sciacalli del web di nuovo in azione. L'account Instagram di Benedetta Vitali – la 15enne fanese vittima della tragedia della Lanterna Azzurra di Corinaldo – è stato di nuovo violato da qualche hacker senza scrupoli. Il classico furto di followers. In altre parole: per la seconda volta in pochi mesi, qualcuno ha sottratto a Benedetta tutti i suoi amici virtuali presenti sul social. Per finta che siano suoi. O di qualcuno che ha pagato per rubarli.


...

Il suo corpo si trovava in cucina. Era legato con del nastro adesivo grigio, lo stesso con cui l'hanno imbavagliato. Forse soffocandolo. Non sono ancora certe le cause della morte di Sirio Grilli, il pensionato 74enne trovato senza vita nella sua abitazione tra le campagne di San Lorenzo in Campo, e con addosso soltanto mutande e pantofole. Fanno riflettere, però, le numerose tracce di sangue trovate a terra. Per non parlare dei lividi su volto e braccia.



...

Per molti era nell'aria, soprattutto tra i rappresentanti del centrodestra. Non a caso sono Lega, Nuova Fano e la stessa candidata a sindaco Lucia Tarsi i primi a schierarsi contro l'annuncio di domenica. Quello di Etienn Lucarelli, che dopo otto anni di onorato servizio ha deciso ufficialmente di concludere la sua avventura di presidente della Pro Loco. Ma la vera notizia – per alcuni scontata, ma certamente di peso – è che si candiderà con una (nuova?) lista civica a sostegno di Massimo Seri. Con buone possibilità – in caso di rielezione del sindaco uscente – di accaparrarsi l'assessorato al turismo oggi guidato da Stefano Marchegiani.


...

Nuovo piano regolatore. Case popolari. Tutti i servizi comunali concentrati nell'ex caserma. Nuovo polo tecnico-scientifico. E a Chiaruccia stadio e palazzetto, ma senza la clinica privata. Parte da qui la proposta politica de La Sinistra per Fano, realtà nata da una costola di Sinistra Unita – ora In Comune - che ha appena ufficializzato la candidatura a sindaco di Teodosio Auspici. L'obiettivo? Spostare gli equilibri durante il possibile ballottaggio alle amministrative di quest'anno. Con due certezze: il no categorico alla clinica e la consapevolezza che non ci sarà mai un'alleanza con il centrodestra.



...

Una scuola a cielo aperto. L'aula è quella di Piazza XX Settembre, a Fano. A salire in cattedra, però, per una volta sono loro. Gli studenti. Giovani, giovanissimi. Che fanno lezione su clima, ambiente, futuro. E danno una lezione morale alle generazioni precedenti, colpevoli di aver abusato del pianeta Terra. I ragazzi delle scuole fanesi si sono mobilitati in massa per il “FridaysFor Future”, la grande manifestazione globale a favore dell'ambiente, nata nel segno della 16enne svedese Greta Thunberg, il cui nome è stato proposto per il Nobel per la pace.


...

Le analisi effettuate dalla Procura hanno confermato quanto già i testimoni avevano dichiarato fin delle prime ore della tragedia: a scatenare il panico all'interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, dove poi a causa del fuggi fuggi hanno person la vita cinque ragazzi tra i 14 e i 16 anni, e una mamma di 39 anni, è stato lo spray al peperoncino.


Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...
Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...


...

Un anno fa, la bomba. Uno degli eventi clou del 2018, l'anno in cui Vivere Fano ha ricominciato a essere presente sul territorio e a proporre articoli in modo serrato. A distanza di dodici mesi possiamo dire di aver conquistato un nuovo e nutrito pubblico di lettori. E non soltanto per l'impennata delle visite al nostro giornale digitale. È infatti di questi giorni la notizia che la nostra pagina Facebook ha superato la boa dei 10mila “like”. Anche grazie alla bomba, e al modo capillare in cui abbiamo seguito fatti ed eventi a partire dal gennaio dello scorso anno.



...

Un'auto semidistrutta. Un muretto sgretolato. Un cartello abbattuto. E poi i carabinieri, la polizia municipale, i vigili del fuoco, il 118. Infine loro, gli uomini delle pompe funebri. A terra, un telo bianco che copre il corpo di un uomo. È la triste scena a cui ha assistito - poco prima di mezzogiorno - chi stava transitando all'altezza del semaforo di Marotta, all'incrocio tra la statale e via Valcesano.



...

Il lavoro si fa sempre più pressante. In molti casi gli orari sono saltati, e il tempo libero sembra ormai un'utopia. A rimetterci, spesso, è la famiglia. I momenti di condivisione si sono fatti sempre più radi, e spesso gestire i figli più piccoli è diventato un problema. Ora il Comune di Fano prova a metterci una pezza. Come? Aumentando di due ore al giorno il servizio offerto dalle strutture educative dedicate ai bambini tra 0 e 6 anni. Ed è tutto gratis.


...

Le emozioni di quella sera, lei, dice di non saperle spiegare. Il momento della proclamazione? “Non mi sono nemmeno resa conto, sul momento, che avessero fatto il mio nome”. Marzia Terlizzi, quasi 20enne, commenta così il suo trionfo in qualità di Bella del Carnevale 2019. Una miss che ama leggere, e che non disdegna neppure il cibo, nonostante l'invidiabile forma fisica.






...

La partita per il futuro dura al massimo otto minuti. Sarà questo il tempo a disposizione per presentarsi ai potenziali datori di lavoro, in un pomeriggio speciale durante il quale i candidati potranno concentrare tanti colloqui quanti ne farebbero in un mese. Tutto questo senza limiti d'età. Non è un sogno, ma – parafrasando un celebre spot – una “solida realtà” messa a disposizione dall'Agenzia Giovani di Fano. Nome in codice di “Summer Job”, e siamo già alla seconda edizione.


...

Un'auto suona il clacson dal vicolo. Non si passa, la gente ammassata in Corso Matteotti fa da tappo. “Siamo tanti”, ha ribadito il sindaco Massimo Seri con una certa soddisfazione. L'occasione è l'inaugurazione della nuova sede della sua coalizione. “Uno spazio per ritrovarci, incontrarci e confrontarci sulle proposte”, ha detto il primo cittadino. Ad ascoltarlo – sabato poco dopo le 18 - un nutrito numero di persone. Impossibile dire quante: il suo discorso, Seri, l'ha tenuto all'aperto. In strada. Al cuore del suo monologo due certezze dichiarate. Da un lato quella di aver fatto bene, dall'altro la voglia di non fermarsi qui.





...

Una coppia di Paolo – Vallesi e il veterano Belli -, poi un Briga, un Moreno e un Neri Marcorè. Senza dimenticare Antonio Mezzancella, Raimondo Todaro e quell'Enrico Ruggeri ormai divenuto una cosa sola con la costa adriatica, dopo la cittadinanza onoraria concessagli dall'amata Marotta. Sono soltanto i primi nomi timidamente trapelati di quella rosa di giocatori vip riuniti nella Nazionale Cantanti che il 31 marzo sfiderà allo stadio Mancini di Fano l'esordiente Nazionale Poste Italiane, allenata dall'ex campione Angelo Di Livio. E anche per lui sarà una prima volta.







...

Se la classifica delle squadre nella principale competizione d’Italia ci dà un’immagine abbastanza chiara del team che sta giocando meglio nella stagione 2018/2019, spesso è necessaria un’analisi più dettagliata per andare a scovare i giocatori che si stanno distinguendo in questo periodo.



...

Un mezzo pesante completamente distrutto dal fuoco. Due esplosioni che hanno spaventato i tanti automobilisti in transito in quella zona. Poi lei, la colonna di fumo nero, nerissimo. Alta, con odori fastidiosi che arrivati anche in quartieri lontani a causa del vento. È lo scenario che ha caratterizzato la giornata di lunedì, dopo che in via Campanella – nei pressi del Codma – ha preso fuoco un tir tedesco. Lunghissime le operazioni di spegnimento. La bonifica, invece, si è protratta ancora più a lungo.