...

Idee progettuali in merito al riutilizzo dell’ex caserma “Paolini” sono le benvenute, ma per essere concretizzate occorre prima fare in modo che il Comune entri nella disponibilità dell’immobile, attualmente di proprietà del Demanio dello Stato, scongiurando la possibilità che venga utilizzato per il nuovo Comando dei Carabinieri.


...

Aumenti così consistenti ed improvvisi delle bollette dell’acqua sono del tutto inopportuni ed Aset dovrebbe ascoltare le proteste dei cittadini e le proposte, che arrivano anche da parte della CISL di Fano, per rivedere gli aumenti delle tariffe, soprattutto con riguardo alle famiglie a basso reddito.


...

Sul rincaro delle bollette dell’acqua, il Presidente di Aset Reginelli si nasconde dietro una foglia di fico, imputando tali aumenti alla delibera dell’autorità nazionale di regolazione per l’energia, reti e ambiente (ARERA), che ha rimodulato la fascia agevolata della tariffa a vantaggio delle famiglie più numerose, mentre le vere cause dell’aumento generalizzato sulle bollette che hanno subìto i cittadini di Fano, Marotta-Mondolfo e Monteporzio sono ben altre.





...

E così veniamo a sapere che il Sindaco, dopo che da più di un anno giungevano segnalazioni sulla precarietà del ponte sull’Arzilla, dopo la caduta della balaustra della scorsa estate ed essere stati attoniti spettatori del rimpallo di responsabilità tra Provincia e Regione, farà una conferenza stampa il 21 marzo per annunciare che a maggio sarà realizzato un nuovo ponticello.


...

A maggio del 2017 Seri si era sentito in imbarazzo di fronte al Regolamento per i nuovi Consigli di Quartiere: un nuovo carrozzone spacciato per partecipazione cittadina, in realtà intriso di politicizzazione spinta. Tanto da non portarlo in Consiglio per l’approvazione. Oggi, per dare il contentino a Mascarin, assessore alla Partecipazione (mai vista in realtà in questi 5 anni!), al fine di ottenere il suo appoggio alle prossime elezioni, ci “mette la faccia”, ma allo stesso tempo la “perde”, facendo approvare il Regolamento sopracitato.



Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...
Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...

...

Dunque, come per l’ospedale di Fano, il nostro sindaco si muove quando i buoi sono scappati. Così sembra sia accaduto sulla questione delle barriere fonoassorbenti che le Ferrovie vorrebbero piazzare lungo la nostra città, deturpando interi tratti di alto valore turistico e storico.



...

Un secco “no” alla clinica privata, ma anche alle tasse che stanno mettendo in ginocchio famiglie e imprese. In più, una grande tangenziale per portare il traffico lontano dal centro. Tutto questo con una “squadra di governo” che verrà comunicata prima di andare alle urne. Comincia da qui la proposta del Movimento 5 Stelle fanese, che prima di tutti ha presentato il suo programma in vista delle elezioni di maggio. Un elenco di propositi che parte dal basso, frutto di consultazioni fatte sul campo. Un progetto in divenire – nonostante conti già ben 130 pagine -, fatto “dai cittadini per i cittadini”.


...

E la tanto decantata programmazione degli eventi fanesi segna, un’altra volta, una battuta d’arresto: proprio mentre sfileranno i carri di Carnevale alla prima grande uscita sotto gli occhi di tante persone e delle tv, a teatro andrà in scena un’opera di prosa. Risultato? Pochi spettatori a teatro e un certo disorientamento tra le persone che si trovano magari attratte dai due appuntamenti.


...

No, Seri e Fanesi non hanno sbagliato i tempi dei lavori al Pincio. La tempistica di questi lavori è stata cosi programmata dai due, solo perché nei loro s-ragionamenti, questi dovevano terminare giusto appunto per il carnevale e cosi loro due avrebbero potuto farsi dei bei selfie con le forbici in mano ad inaugurare tra le 60 000 persone del carnevale.


...

Abbiamo studiato la bozza del nuovo Piano Sanitario Regionale e non potevamo credere ai nostri occhi: sono anni che i cittadini lo aspettano e le risposte alle tante domande che i territori come Fano e l’entroterra aspettavano sono state pari a zero.