...

Il servizio Bus + bici, avviato in questi giorni nella provincia di Pesaro e Urbino dall’azienda di trasporto pubblico AMI col sostegno della Regione Marche, è un ulteriore passo avanti per la mobilità sostenibile; ora è possibile caricare la propria bici sulle rastrelliere esterne, ovviamente solo nelle fermate più importanti, e rendersi autonomi per ulteriori spostamenti.


...

Su proposta della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta (FIAB) delle Marche, lo scorso mercoledì 5 giugno si è tenuto un incontro tra esponenti di RFI, Comune di Fano ed ASET per verificare la possibilità di attrezzare presso la stazione ferroviaria di Fano un spazio coperto al servizio dei numerosi pendolari che attualmente sono costretti a lasciare la propria bici in posti diversi, esposte a vandalismi e intemperie.


...

Per valutare se un Comune è attento alle esigenze di chi si muove a piedi o in bici non bastano le piste ciclabili; ci vuole molto altro: isole pedonali, ztl, limiti di velocità, contenimento del traffico, incentivi al cicloturismo, aree verdi, efficiente trasporto pubblico, ecc., cioè provvedimenti che rendono gli spazi urbani più sicuri, vivibili e attraenti.


...

Ora le associazioni marchigiane aderenti alla Federazione italiana amici della bicicletta sono cinque: Chiaravalle, Ascoli Piceno, Fano, Macerata e Vallesina, quest’ultima appena costituitasi in rappresentanza di vari gruppi già attivi da Falconara fino a Sassoferrato, in un territorio che può anche fruire in buona parte della intermodalità treno + bici grazie al collegamento ferroviario verso Roma.