Bocciata la mozione contro la clinica privata, M5S Fano: "Il centrodestra si ferma a metà dell'opera"

2' di lettura Fano 25/11/2020 - Il consiglio regionale, con un abbraccio bipartisan tra destra e sinistra, ha bocciato la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle per restituire alle strutture pubbliche della nostra provincia i 50 posti letto destinati sulla carta da Ceriscioli alla futuribile clinica privata di Chiaruccia. Questa notizia evidenzia che la nuova maggioranza di destra alla guida della Regione non vuole andare fino in fondo nella radicale revisione delle politiche sanitarie che negli ultimi anni hanno spalancato le porte alla privatizzazione anche nel nostro territorio.

Non siamo più di tanto stupiti, perché anche nel consiglio comunale di Fano, il centrodestra (fatta eccezione per Fano Città Ideale) non ha mai sostenuto le nostre mozioni contro la clinica privata.

Nel corso della discussione è anche emersa da qualcuno l’esigenza di ridistribuire i 50 posti letto a livello regionale, nonostante sia ormai noto che la provincia di Pesaro e Urbino abbia il numero più basso di posti insieme alla provincia di Fermo, dopo il taglio di 99 posti letto pubblici subìto nel 2013. La giustificazione ufficiale per la bocciatura è stata quella di dover attendere la revisione del piano socio-sanitario, esigenza tra l’altro raccolta ed esplicitata chiaramente nella nostra mozione. Eppure ciò non aveva impedito, solo poco tempo fa, di approvare la sospensione degli iter per gli ospedali unici e la verifica della possibilità di revoca del progetto per l’ospedale di Muraglia. Il centrodestra si è voluto fermare a metà dell’opera, forse per non mettere troppo in buona luce il Movimento 5 Stelle o forse perché in fondo non si sente così distante dal modello sanitario lombardo che affida una grandissima fetta di servizi al privato.

Possiamo solo affidarci alle rassicurazioni fatte, a parole, dall’Assessore Saltamartini, e su questo sappiamo che le nostre consigliere regionali continueranno a vigilare con il fiato sul collo. Nel frattempo prendiamo atto che il cammino sarà ancora arduo e lungo e che il Movimento 5 Stelle si conferma l’unico interlocutore politico in grado di tenere fede con coerenza alle posizioni espresse in campagna elettorale per una sanità pubblica e di qualità.

Tommaso Mazzanti
Francesco Panaroni
Matteo Giuliani






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2020 alle 16:23 sul giornale del 26 novembre 2020 - 882 letture

In questo articolo si parla di sanità, fano, politica, MoVimento 5 Stelle Fano, clinica privata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDpI





logoEV