Look maschile: importanza di curare la barba

3' di lettura Fano 17/10/2020 - Da tanti anni ormai una certa mentalità maschilista che afferma che la donna si deve curare fisicamente ed esteticamente mentre l’uomo ha il diritto di lasciarsi andare visto la sua virilità è praticamente scomparsa.

Per fortuna infatti ormai anche l’uomo ha compreso l’importanza di curare se stesso,il suo corpo, la sua pelle, il suo look, il suo abbigliamento e anche la sua barba. Ebbene si quest’ultimo aspetto è veramente molto importante:la barba viene molto apprezzata dalle donne in quanto simbolo di mascolinità, virilità e fascino.

Però purtroppo ancora capita che tanti uomini se ne fregano della loro barba:non la curano, non la monitorano e la fanno crescere in maniera indiscriminata, dando anche l’impressione di disordine, sporcizia e anche sciatteria.

Ma per fortuna ce ne sono altri che hanno capito l’importanza di prendersi cura della propria barba e hanno compreso che lo si può fare in maniera autonoma:l’importante è sapere come fare e i vari strumenti che gli serviranno per avere dei grandi risultati.

Chi vorrà essere scrupoloso dovrà seguire tutti gli step, i consigli degli esperti e avere in casa tutto quello che gli serve per far apparire la sua barba curata e bella da vedere:ci riferiamo giusto per fare qualche esempio al regolabarba professionale, eventuali lamette,olio,shampoo e balsamo da barba.

Curare la barba: importanza dell’igiene e dell’uso della spazzola

Il primo punto da prendere in considerazione e da curare è l’igiene:la barba dovrà essere lavare regolarmente in quanto in genere tende ad accumulare tanta sporcizia legata alla polvere,al cibo e al polline e può quindi provocare infezioni.

Ma i lavaggi non dovranno essere troppo frequenti:un buon compromesso è sicuramente una frequenza di tre volte a settimana. Questo tipo di frequenza andrà a far mantenere un buon equilibrio tra sebo prodotto e pulizia, specie se si userà uno shampoo non troppo aggressivo.

Molto importante da usare è la spazzola la quale è uno strumento che ha tante funzioni e che quindi uno degli accessori più importanti e che sarà indispensabile comprare:servirà infatti per pettinare e direzionare ma anche per un’altra cosa fondamentale e cioè quella di rimuovere la sporcizia.

Inoltre sarà molto utile per distribuire in maniera uniforme gli oli e cioè sia quello che si andrà ad applicare direttamente e sia il sebo che viene prodotto in maniera naturale dalla pelle. Infine ricordiamo che potrà essere usata già dai primi giorni della crescita a differenza del pettine, che ha funzioni diverse:esso infatti serve per sciogliere i nodi e mantenerla in ordine e quindi per usarlo bisognerà aspettare circa 4 o 5 giorni.

Molto importante è anche scegliere i prodotti giusti cioè olio, balsamo e shampoo, magari facendosi consigliare da esperti.

Inestetismi principali della barba:chiazze e prurito

Questi sono fondamentalmente i principali problemi di chi ha la barba. In particolare il prurito può essere veramente molto fastidioso da sopportare per chi lo avverte e quindi la soluzione, che non sia tagliare direttamente la barba, è quella di lavarla spesso e usare vari prodotti quali olio e balsamo.

Le chiazze invece sono un problema minore e spesso sono solo una paranoia di alcune persone in quanto nel momento in cui la barba cresce anche alcune zone meno folte saranno riempite:chiaramente nel caso di un problema genetico c è poco da fare e bisogna solo accettare di vederla in quel modo o tagliarla.

Infine ricordiamo che secondo alcuni esperti un peso di rilievo nella crescita equilibrata della barba è legata all’alimentazione:in particolare il consumo di grassi omega, che si possono trovare in salmone e avocado, e e di vitamine che si possono trovare in frutta e verdura può essere assolutamente positivo.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2020 alle 12:29 sul giornale del 17 ottobre 2020 - 28 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bySS





logoEV