Tari, le associazioni di categoria: "Questo pressing non ci soddisfa, ma almeno porti risultati per tutti"

1' di lettura Fano 01/10/2020 - Leggiamo dal Carlino di oggi della questione, a noi nota da mesi purtroppo, che riguarda gli avvisi di accertamento emessi da Andreani Tributi e relativi al recupero della tassa rifiuti dal 2015 ad oggi.

Scriviamo che la questione è a noi nota poiché già dal mese di febbraio scorso siamo intervenuti su un analogo invio massivo di accertamenti che – senza nessuna concertazione - avevano coinvolto i settori da noi rappresentati, contestandone modalità, tempi e opportunità soprattutto alla luce delle prese di posizione poco felici di alcuni Assessori.

Avevamo a suo tempo richiesto all’Amministrazione Comunale di stabilire un filo diretto individuando un funzionario comunale competente che interloquisca con le Associazioni in merito ai vari verbali di accertamento, emessi per conto del Comune di Fano, e che rivestisse quindi un ruolo di garanzia per le imprese rappresentate. Un Funzionario che, una volta acquisiti i dati e le informazioni, intervenga presso l'affidataria affinché i verbali venissero predisposti in base a dati certi ed attendibili ed evitare inutili e lunghi contenziosi. Purtroppo non abbiamo avuto ascolto e si sono dovute trattare le singole pratiche direttamente con l’Ente Gestore per evidenziare le varie posizioni.

Leggiamo ora quindi di un “pressing” nei confronti del Sindaco che, sebbene non ci soddisfi come modus operandi perché vorrebbe dire creare due pesi e due misure, ci auguriamo almeno porti a risultati validi per tutti gli operatori economici della città.

CONFCOMMERCIO, CONFESERCENTI, CNA, CONFARTIGIANATO, ALI- CLAAI, ALBERGHI CONSORZIATI



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2020 alle 15:42 sul giornale del 02 ottobre 2020 - 360 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, TARI, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxst





logoEV